Cerca

A spasso col morto

Napoli, sostano per il caffè lasciando la salma contromano

Succede davanti al Museo Nazionale della città. I due becchini non hanno resistito al richiamo dell'aroma

Napoli, sostano per il caffè lasciando la salma contromano

Per gli italiani la pausa caffè durante il lavoro è un rito imprenscindibile. Sacro. Durante qualsiasi lavoro, anche quello di becchino. A Napoli, due operatori delle pompe funebri, intenti a trasportare il feretro di un piover'uomo nel cimitero di Poggioreale, hanno pensato bene di fermarsi davanti al Museo Nazionale, per altro in sosta vietata, per adempiere all'irrinucniabile rito. Che saranno mai cinque minuti parcheggiati contromano, a ridosso di un incrocio, con la salma sul retro della macchina, avranno pensato i due. Così, derogando alla deontologia professionale, al buon gusto e al codice della strada, i due non hanno resistito al richiamo della tradizione e si sono addentrati in un bar lì vicino, magari avviando una discussione su spread, mercati, politica o governo. Il morto, avranno pensato, può attendere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • locatelli

    09 Marzo 2013 - 04:04

    se anno parchegiato in divieto di sosta si devono multare anno parcheggieto anche contro mano a ridosso ad un incrocio e poi col povero defunto contradenzione e via 7 punti dalla patente

    Report

    Rispondi

  • sparviero

    08 Marzo 2013 - 18:06

    Non vedo niente di male. Spero non gli abbiano elevato contravvenzione. Niente a confronto di quello che fanno i nostri parlamentari. Non sono napoletano.

    Report

    Rispondi

blog