Cerca

Paura tra i cieli

Azzorre, attimi di panico su un volo Lufthansa: atterraggio d'emergenza per fumo in cabina. Venti italiani tra i passeggeri

Era partito con 5 ore di ritardo per problemi tecnici. Il volo decollato da Città del Messico era diretto a Francoforte

Velivolo Lufthansa

Attimi di panico, venerdì 8 marzo, a bordo di un volo Lufthansa. Il velivolo, partito da Città del Messico, era diretto a Francoforte, ma a metà del volo il comandante ha effettuato un atterraggio d'emergenza alle Azzorre per problemi tecnici che avevano provocato fumo nella cabina. I passeggeri, nessuno dei quali ha riportato conseguenze, sono stati sistemati in alcuni hotel del luogo. Tra di essi alcuni  italiani, che atterrati sull'isola si sono subito messi in contatto con l'Ambasciata italiana a Lisbona, che si è attivata per risolvere la situazione. Un altro boeing della compagnia è atterrato stamattina alle Azzorre e, a breve, riporterà i passeggeri a Francoforte, dove erano diretti.

La testimonianza - Un italiano ricorda così quegli attimi di paura:"Abbiamo vissuto momenti di tensione quando, a metà del volo nel mezzo dell'Atlantico, si sono spente tutte le luci a bordo e dopo qualche istante il comandante dell'aereo - il Lufthansa LH499 - ci ha comunicato l'atterraggio di emergenza per problemi di fumo in cabina". In seguito - continua - "siamo stati sistemati in alcuni hotel ma senza informazioni: siamo bloccati qui da ieri sera senza aver nessun tipo di indicazione su quando e con che volo potremo ripartire". Aggiunge l'italiano: "Eravamo partiti da Città del Messico con quasi cinque ore di ritardo l'altro ieri notte", per poi ripercorrere a ritroso gli attimi precedenti all'attarreaggio d'emergenza: "Prima ci avevano detto un problema ad un freno, poi un altro ad un portellone. E a causa di quest'ultimo che ha messo fuori uso una delle uscite di sicurezza, ci è stato comunicato che 8 file di sedili dovevano rimanere vuote, lasciando a terra 50 passeggeri".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pinco

    05 Maggio 2013 - 19:07

    I passeggeri italiani saranno stati comunisti. Da buoni comunisti hanno scoreggiato tutti assieme e, per colpa dei gas, l'aereo ha preso fuoco.

    Report

    Rispondi

  • blackindustry

    10 Marzo 2013 - 05:05

    ...oggi sarebbero tutti a fare ore ed ore di servizi nei tg a dire quanto l'Alitalia faccia schifo. Siccome è successo a Lufthansa allora può capitare e va bene così. Attenzione a non fare il tiro al piccione con le cose italiane, sarebbe un gioco fin troppo facile oggigiorno, e tanto facile quanto pericoloso. Le nostre aziende vanno protette e migliorate, DEPURATE dai comunisti e dai sindacati.

    Report

    Rispondi

blog