Cerca

L'esperto, parole da brividi

Il geologo Mario Tozzi: "Doppietta sismica, che cos'è e quali rischi comporta"

Mario Tozzi

C'è chi sostiene che si tratti di un evento legato al terremoto dello scorso agosto. Ma c'è anche chi, come il geologo Mario Tozzi, ha idee differenti. "Siamo praticamente sicuri che si tratti di un nuovo terremoto", spiega in un'intervista a Il Tempo. Esperto dell'Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria del CNR e divulgatore scientifico in tv, spiega che "il terremoto si è articolato con una coppia sismica, cioè una scossa forte e una successiva, ancora più forte, nella stessa zona o in zona contigua. È un meccanismo tipico dei terremoti dell'Appennino. Nel 1997 la scossa della sera fu simile a quella della mattina e anche ad Amatrice quella iniziale era di 6 gradi e poi ne è arrivata una di 5,8. È una cosiddetta doppietta sismica. Se si è aperta una nuova faglia gemella si potrebbe innescare un nuovo sciame. E gli sciami sismici possono durare a lungo, anche mesi". Dunque, aggiunge: "Cosa significa nuova faglia? Vuol dire che è vicina a quella del 24 agosto, legata per tipo di movimenot e per energia liberata, ma non è esattamente quella. È qualcosa che può essere meno in movimento anche a causa dall'energia scaricata dal terremoto precedente, ma che le faglie si parlano è ancora difficile da dimostrare. Per i terremoti grandi forse è possibile, per quelli piccoli è difficile da dire".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 10Anto10

    27 Ottobre 2016 - 16:04

    in questi casi i geologi non servono a nulla oppure possono servire per non far più costruire in quei posti

    Report

    Rispondi

blog