Cerca

Il dramma nel dramma

Terremoto, lo scontro tra gli sfollati e Renzi: "Metteteci nelle tende", "No, è troppo freddo"

Terremoto, lo scontro tra gli sfollati e Renzi: "Metteteci nelle tende", "No, è troppo freddo"

Gli sfollati di Norcia, delle Marche e dell'Umbria chiedono tende per non abbandonare la loro terra, Matteo Renzi dice no. Al dramma del post-terremoto si aggiunge una dolorosissima polemica. "Diciamo no alle tende, non ci prendiamo in giro. Siamo a ottobre, non si può passare l'inverno in tenda", ha affermato il premier durante un sopralluogo a Camerino. Ance il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, intervistato da Rainews24, è della stessa idea: "La differenza con il sisma di agosto è che oggi qui fa freddo, siamo in vera montagna, e difficilmente le tende potranno rappresentare una soluzione per gli sfollati. Dovremo agire molto rapidamente per dare risposte a cittadini".

Quegli stessi cittadini che vogliono però restare il più vicino alle loro case: "Scrivetelo che devono darci le tende. I
cittadini di Norcia sono abituati al freddo, non ci spaventa", spiega il signor Adolfo, in fila con molti suoi concittadini per una colazione calda alla mensa della protezione civile. Cerca giornalisti per far sentire la sua voce. "Io - spiega all'agenzia Adnkronos - ho perso due case, la mia in cui vivevo prima della scossa del 26 e quella in cui ero andato in affitto ma voglio restare qui. Non possono prendere e portarci via o darci come alternativa solo la macchina. Devono ascoltarci. Anche perché - spiega Adolfo - le tende di adesso non sono teli come quelle di una volta. Sono riscaldate ci staremmo benissimo. Le aree per metterle ci sono, perché imporci gli alberghi? Per cui poi tra l'altro lo Stato spende anche un sacco di soldi?".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Atomix49

    31 Ottobre 2016 - 19:07

    Ho quasi timore a commentare questo articolo che, anche se il tema è di difficile soluzione, denota un livore tra le varie parti che denota quanto malumore c'è anche in chi non è terremotato. Chi vuole rimanere li, sottoscriva una liberatoria e si accomodi in tenda. Basta valutare caso per caso. Chi ha solo l'attività rurale e qualche animale come fa a mollare tutto e andare al mare?

    Report

    Rispondi

  • andresboli

    31 Ottobre 2016 - 18:06

    siete incredibili!! se li vuole mettere nelle case protestate, se li mette nelle tende, si grida allo scandalo, non fate prima a dire che ogni scusa è buona per criticare a vanvera

    Report

    Rispondi

  • Happy1937

    31 Ottobre 2016 - 17:05

    Capisco le motivazioni di chi non vuole allontanarsi da casa, ma credo che questa volta Renzi abbia ragione.

    Report

    Rispondi

  • wilegio

    wilegio

    31 Ottobre 2016 - 17:05

    In Mongolia, con temperature ben al di sotto dello zero, vivono nelle "yurta". Ma i Mongoli, fortunatamente per loro, non hanno questo cialtrone come presidente del consiglio.

    Report

    Rispondi

    • me nono

      31 Ottobre 2016 - 20:08

      Questo è un ottimo paragone, ma Renzie non conosce i Mongoli, e poi le tende costano poco e rendono meno. Troppo facile.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog