Cerca

Genova, sputa a La Russa

Senatore gli dà un pugno

Genova, sputa a La Russa
 Momenti di disordine durante la visita del ministero degli Esteri, Ignazio La Russa, nel centro storico di Genova. Secondo una prima ricostruzione, un giovane spagnolo, dopo avergli sputato addosso, si sarebbe avvicinato in modo belligerante al ministro, tentando di aggredirlo. A quel punto il senatore genovese Giorgio Bornacin, che accompagnava La Russa, ha prontamente sferrato un cazzotto al contestatore, mentre gli uomini della scorta lo mettevano in un angolo contro la vetrina di un negozio. L'aggressore è stato fermato e accompagnato in caserma per l'identificazione: si tratta di un anarchico spagnolo, S.J.A. sulla trentina, da anni residente in Italia, pluripregiudicato. L'uomo fu arrestato in passato per fatti analoghi a Bologna. «Nel corso del giro ci avevano avvertito che c'era uno scalmanato - ha commentato il sen. Bornacin - per questo volevo che finisse presto. E ora mi chiedo se ci sia venuto da solo o se lo abbiano mandato. Siamo in un'Italia dove un ministro della Repubblica viene aggredito in un centro storico. Questo non era avvenuto neanche negli anni più pesanti». Il ministro La Russa ha minimizzato l'episodio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • jack1980

    29 Maggio 2009 - 08:08

    Hanno fatto bene a menargli all'idiota spagnolo. Tra l'altro questi cosiddetti anarchici in realtà sono semplicemente comunisti. L'anarchia è un concetto molto più vicino all'estrema destra che non all'estrema sinistra. Prova ne è ad esempio il fatto che in una condizione di anarchia verrebbero a mancare le leggi e dunque i primi a farne le spese sarebbero i più deboli. L'anarchia è molto vicina ad una visione darwinista del mondo. Insomma è l'esatto opposto del pensiero di sinistra.

    Report

    Rispondi

blog