Cerca

il dramma

Genova, poliziotto uccide la moglie e le due figlie e si suicida

Genova, poliziotto uccide la moglie e le due figlie e si suicida

Un poliziotto, impiegato nei ruoli tecnici della polizia di Genova, ha sparato e ucciso la moglie e le sue due figlie, di 10 e 14 anni, nel sonno, per poi togliersi la vita. È successo in piazza Conti, a Cornigliano, nel ponente genovese: alle 6.45 di questa mattina l'uomo, Mauro Agrosì, dopo aver sparato alla famiglia, ha telefonato al 113 confessando il gesto - "Vi lascio la porta aperta, ho ucciso tutti" - ma quando i poliziotti sono arrivati a casa del collega, Agrosì si era già suicidato.

Nella lettera che ha lasciato il poliziotto parla di "problemi insormontabili". L'uomo, 50 anni, lavorava nel sesto reparto mobile di Bolzaneto come tecnico dei computer: da anni aveva scelto di non rivestire più ruoli operativi.  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog