Cerca

La ragazza suicida per i suoi video hot in rete

Caso Tiziana Cantone, il pm chiede l'archiviazione per il reato di diffamazione

Caso Tiziana Cantone, il pm chiede l'archiviazione per il reato di diffamazione

Tanto rumore per nulla, verrebbe da dire, se la vicenda non fosse tanto drammatica. Perchè oggi la procura di Napoli ha chiesto l'archiviazione per il caso di Tiziana Cantone, la ragazza che si era tolta la vita nello scorso mese di settembre dopo che su internet erano state diffuse immagini in cui la ragazza stava consumando rapporti sessuali. I quattro destinatari dei sei video hot erano stati accusati di diffamazione. Resta, invece, aperto il fascicolo relativo al reato di istigazione al suicidio che è nelle mani della procura di Napoli nord.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rossini1904

    03 Novembre 2016 - 20:08

    Ma quale diffamazione. I video erano stati inviati dalla stessa ragazza, che non aveva posto nessuna clausola di riservatezza e che quindi era ben consapevole che avrebbero potuto essere diffusi. Ma perché dobbiamo sempre trovare le responsabilità di quel che di negativo ci accade altrove? Esiste un principio fondamentale che si condensa nel proverbio: chi è causa del suo mal pianga se stesso.

    Report

    Rispondi