Cerca

servitore dello Stato

Agente ferito fuori dalla Leopolda va al pronto soccorso: gli chiedono 10 euro di ticket

Agente ferito fuori dalla Leopolda va al pronto soccorso: gli chiedono 10 euro di ticket

E' arrivato all'ospedale Santa Maria Nuova di Firenze sabato nel tardo pomeriggio con addosso la divisa da poliziotto e un braccio fortemente dolorante. Era uno degli agenti che hanno fatto scuso col proprio corpo alla furia degli autonomi che contestavano il premier Renzi e la sua riforma, fuori dalla Leopolda. Negli scontri era stato colpito da una spranga al braccio e quindi, temendo la frattura, s'è recato al pronto soccorso per farsi fare una radiografia. Ha spiegato al personale le circostanze dell'accaduto, e si è visto chiedere 10 euro di ticket. Come se fosse caduto in bicicletta durante una gita in campagna. O avesse sbattuto a terra l'arto durante una partita di calcetto con gli amici. "E' sconcertante doversi trovare anche a pagare dopo una giornata di guerriglia urbana, dove i colleghi sono stati oggetto di lanci di pietre, bombe carta e sbarre metalliche" ha commentato il segretario Siulp di Bologna, Amedeo Landino, al quotidiano "Il Giorno".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • RULI5646

    08 Novembre 2016 - 11:11

    Se fosse andato il TEPPISTA al pronto soccorso ? GRATIS NATURALMENTE !!! Che ci volete fare ? Siamo nella Repubblica dei BUONI !

    Report

    Rispondi

  • intimo776

    08 Novembre 2016 - 10:10

    non ci sono parole !!anzi ce ne sarebbero tante ma oggi come oggi troppi parlano e nessuno agisce per distrugger la classe politica che legifera e la magistratura che imperversa.

    Report

    Rispondi

  • angelux1945

    07 Novembre 2016 - 18:06

    Se invece di andarci in divisa si fosse prima truccato da immigrato clandestino senza documenti, non avrebbe pagato niente!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • aifide

    07 Novembre 2016 - 18:06

    Mandino il conto a Renzi e alla sua gang

    Report

    Rispondi

blog