Cerca

Le accuse della procura

Roma, Vincenzo Paduano rischia l'ergastolo

Roma, Vincenzo Paduano rischia l'ergastolo

La Procura di Roma ha contestato a Vincenzo Paduano, 27 anni, i reati di omicidio volontario premeditato, stalking, incendio e distruzione di cadavere. Il provvedimento, che anticipa la richiesta di rinvio a giudizio, potrebbe costare all'assassino di Sara Di Pietrantonio, 22 anni, la sua permanenza a vita in carcere.

L'uomo è in carcere dal 29 maggio, il giorno dopo l'omicidio, quando il ragazzo aveva confessato l'omicidio davanti agli inquirenti. Paduano non aveva accettato la fine della sua storia con Sara che da poco frequentava un nuovo ragazzo; dopo averla tormentata con sms e chiamate, le ha teso un'agguato, costringendola ad accostarsi lungo la via della Magliana. Su quella strada della periferia romana c'era stata una lite concitata, finita con il gesto folle del ragazzo che ha prima strangolato l'ex fidanzata e poi le ha dato fuoco all'interno della sua automobile. Subito dopo è andato ha ripreso servizio come guardia giurata, provando a fingere che non fosse successo niente. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog