Cerca

Guerriglia urbana

Torino, Moi: scontro tra immigrati e residenti, profughi bersagliati da bombe carta

Torino, Moi: scontro tra immigrati e residenti, profughi bersagliati da bombe carta

A Torino, al Moi, tra le palazzine dell'ex villaggio olimpico, è appena passata una notte carica di tensione tra i residenti e gli immigrati che, da più di un lustro, occupano la zona in pianta stabile. Tutto è iniziato con lo scoppio di due bombe carta, intorno alle ore 22, davanti alle scommesse Match point in via Giordano Bruno.

I profughi, sentendosi attaccati, hanno risposto, riversandosi (almeno in 300) sulle strade, sradicando cassonetti e cartelli stradali, lanciando sassi e bottiglie. Non si sa ancora chi abbia lanciato le bombe. Seconda una prima ricostruzione delle forze dell'ordine, si sarebbe trattato di un gesto compiuto da un gruppo di ultras che, dopo un episodio di vandalismo accaduto domenica al bar Sweet (alcuni immigrati, ospiti al Moi, avrebbe chiesto solo una sedia al bar, rubando, non contenti, anche un'altra sedia e un tavolino), avrebbero deciso di vendicarsi sugli immigrati.

A calmare la situazione, ormai degenerata, sono intervenuti i vigili del fuoco (a cui è stato impedito l'accesso nel villaggio) , la polizia e l'esercito. I tafferugli però non si sono ancora placate e, stamattina, come riporta La Stampa, i profughi sono ritornati in strada, lanciando ancora oggetti contro passanti che, terrorizzati, si sono dovuti nascondere dentro i negozi, a loro volta costretti a chiudere. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fausta73

    25 Novembre 2016 - 16:04

    Risorse che si prenderanno le nostre pensioni dopo averci ammazzati

    Report

    Rispondi

  • CASSIODORO1

    25 Novembre 2016 - 11:11

    A casa tutti e subito prima che inizino gli scontri, dopo sarebbe guerra

    Report

    Rispondi

  • pippo666

    pippo666

    24 Novembre 2016 - 20:08

    Usate bombe vere!

    Report

    Rispondi

  • levantino

    24 Novembre 2016 - 16:04

    Come ai tempi,ormai remoti,dei francesi,degli austriaci,delle camicie nere ecc. I clandestini se ne tornino a casa loro altrimenti la reazione degli italiani è legittima. Coloro che vanno a prenderli con le navi, li portino in Spagna o in Francia,fanno parte dell'Europa anche loro,o no. Per non parlare di altre nazioni che fanno parte dell'U.E. Devono per forza venire in Italia?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog