Cerca

Allarme maltempo

Ritrovata la prima vittima dell'alluvione: è un pescatore di Chiavari

Ritrovata la prima vittima dell'alluvione: è un pescatore di Chiavari

È stato trovato senza vita il pescatore di 74 anni scomparso ieri a Chiavari. L'uomo era stato visto l'ultima volta pressa la foce del fiume Entella, tra Chiavari e Lavagna, mentre pescava. Ieri le ricerche sono state interrotte a causa dell'allarme maltempo, mentre oggi gli sforzi combinati dei sommozzatori dei vigili del fuoco e della capitaneria di porto sono riuscite a trovare il cadavere.

Non è l'unico caso di disperso: un 68enne di Perosa Argentina, nel Torinese, è finito nella voragine di una strada che ha ceduto, mentre stava cercando di recuperare i suoi cavalli insieme al figlio. L'argine ha ceduto e l'uomo è stato trascinato via. Il figlio è incolume.

il Piemonte è in ginocchio per le alluvioni e le esondazioni. Sono circa 250 gli sfollati nel Cuneese e 150 nel Torinese. Anche nella città di Torino aumenta l'emergenza maltempo: in questo video sue battelli turistici sono in balia delle onde del Po e vengono scagliate con impressionante violenza contro il ponte Vittorio Emanuele. Da ore il ponte che collega piazza Gran Madre a piazza Vittorio Veneto è stato chiuso al traffico, così come il ponte di via Bologna tra lungo Dora Savona e lungo Dora Firenze e il Ponte Carpanini a Borgo Dora. Chiuso viale Marinai d'Italia e la ciclopista sul Po. Ai Murazzi il Po ha superato la soglia di pericolo a 5,5 metri, anche il Tanaro ad Asti e Alba ha raggiunto livelli preoccupanti. "Non è ancora terminata, ma la prima fase della emergenza è stata gestita splendidamente dalle donne e uomini della protezione civile", ha spiegato il premier Matteo Renzi in una conferenza stampa congiunta con il sindaco di Torino Chiara Appendino e il governatore del Piemonte Sergio Chiamparino.

Difficilissima anche la situazione a Garessio, nel Cuneese e nell'Alessandrino. Le precipitazioni delle ultime ore hanno determinato ulteriori incrementi dei livelli idrometrici nell'Alto Tanaro i cui livelli permangono oltre il livello di pericolo da Garessio (CN) fino ad Asti. Nelle sezioni di Masio (Al) e Alessandria i valori sono in crescita oltre il livello di guardia. La Bormida a Cassine (Al) è in crescita oltre il livello di pericolo mentre i livelli del Belbo si mantengono su livelli di guardia. Le precipitazioni intense in atto nell'alta valle dell'Orba stanno determinando un incremento dei valori idrometrici. Secondo Arpa Piemonte i livelli del Po continuano a crescere e hanno superato i livelli di pericolo lungo tutto il tratto da monte a valle di Torino, nelle sezioni di Carignano, Moncalieri, Torino, Castiglione Torinese, San Sebastiano Po (TO), Crescentino (VC). A valle il Po risulta in crescita al di sotto dei livelli di pericolo. Nelle prime ore della mattinata è in atto una graduale attenuazione delle correnti a tutte le quote.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog