Cerca

La "modesta" proposta

Al posto dei marò, all'India
diamo Mario Monti e Terzi

Nuova Delhi sequestra il nostro ambasciatore, l'Unione europea ci scarica: per uscire dall'impasse consegnamo i responsabili del pasticcio

Giulio Terzi e Mario Monti

Terzi e Monti: diamoli all'India

 

di Francesco Borgonovo

E adesso che si fa? Il governo come pensa di cavarsi dall’impiccio indiano che ogni giorno diventa più complicato e carico di tensioni? Ieri la Corte suprema di New Delhi ha prorogato al 2 aprile il divieto di lasciare il Paese per il nostro ambasciatore Daniele Mancini. Di più: il presidente della Corte, tale Altamas Kabir, ci ha tenuto a precisare che il diplomatico italiano «non gode di alcuna immunità».  Mancini ha firmato l’affidavit con cui si impegnava a garantire il rientro in India dei marò Salvatore Girone e Massimiliano Latorre dopo la «licenza elettorale», e non mantenendo la promessa ha fatto irritare la Corte. Tanto che Kabir ieri  ha specificato: «Abbiamo perso ogni fiducia nell’ambasciatore. Non pensavamo che si comportasse così». In sostanza, il diplomatico resta dove sta, non se ne può andare, praticamente è in ostaggio. E rischia di essere incriminato per vilipendio della magistratura. Potrebbe essere arrestato e processato. (...)

E' in questo contesto che matura la proposta-provocazione avanzata da Francesco Borgonovo su Libero di martedì 19 marzo. Una proposta "modesta". Al posto dei marò diamo all'India il premier Mario Monti e l'ex ministro degli Esteri, Giulio Terzi. Nuova Delhi ha sequestrato il nostro ambasciatore, mentre l'Unione europea ci ha scaricato. Per uscire dall'impasso proponiamo di consegnare i responsabili del pasticcio.

Leggi il commento di Francesco Borgonovo su Libero di martedì 19 marzo

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    28 Marzo 2013 - 04:04

    A me pare che gli indiani di questi due elementi da spiaggia non ne vogliano proprio sapere di prenderseli.Anzi ci pagano a noi purchè ce li teniamo.

    Report

    Rispondi

  • gioch

    22 Marzo 2013 - 13:01

    E' vero! Faccio una figurona di cacca: HA LA SUA FACCIA.

    Report

    Rispondi

  • miacis

    21 Marzo 2013 - 22:10

    Al posto dei marò, all'India diamo Mario Monti e Terzi!

    Report

    Rispondi

  • Nano72

    19 Marzo 2013 - 15:03

    ...continua...“When the going gets tough, the tough get going” Con un po’ di apprensione tifo giustamente per il mio paese, spero che riusciremo a farci rispettare e a prevalere, ma spero poi prima di tutto in una soluzione diplomatica che non sacrifichi all’India ne fanti di marina ne ambasciatori. Chi disse che l’ambasciatore è un uomo onesto e onorevole che mente, o deve mentire, per il suo paese? Ma ambasciator non porti pena che credo sia il principio, in altre parole, sancito dalla Convenzione di Vienna. Un ultima considerazione: dopo tanti errori e tentennamenti, credo che il governo uscente abbia voluto compromettere le istituzioni ed il prossimo(?) esecutivo in una netta posizione. Considerando che il prossimo esecutivo potrebbe essere, almeno in buona parte, espressione di parti politico/ideologiche che volentieri: andrebbero a riprendersi una Baraldini (che mi può star bene); darebbero asilo ad un Ocalan (no comment!); lascerebbero poi all’India ed abbandonerebbero al loro

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog