Cerca

La stretta delle toghe

Berlusconi, chiesto legittimo impedimento a processo diritti tv. Napoli, pm chiederanno rinvio a giudizio

Weekend di fuoco sul fronte giustizia: sabato altra udienza a Milano. Caso De Gregorio: Piscitelli e Woodcock tornano alla carica. Obiettivo: Silvio alla sbarra, subito

Berlusconi, chiesto legittimo impedimento a processo diritti tv. Napoli, pm chiederanno rinvio a giudizio

 

Da Milano a Napoli, non c'è pace per Silvio Berlusconi. Dimesso dal San Raffaele per l'uveite che l'ha colpito 10 giorni fa, il Cavaliere torna al centro dei processi e delle indagini dei magistrati. A Milano, sabato è in programma una nuova udienza sui diritti tv. La difesa dell'ex premier ha presentato nuovamente richiesta di legittimo impedimento a causa della riunione del comitato del presidenza del Pdl che vedrà impegnati, oltre allo stesso Berlusconi, anche i suoi avvocati Niccolò Ghedini e Piero   Longo. Sulla richiesta di rinviare l'udienza deciderà il collegio della Corte d'Appello di Milano presieduto da Alessandra Galli.

Pm all'assalto a Napoli - A Napoli, invece, il fronte caldo è quello dell'inchiesta che vede accusato il Cav di corruzione per aver "comprato"  l'ex senatore Idv Sergio De Gregorio, causando nel 2008 la caduta del governo Prodi. L'accusa a Berlusconi è di aver versato a De Gregorio 3 milioni di euro. Il giudice per le indagini preliminari Marina Cimma pochi giorni fa ha negato il giudizio immediato, ma i pm che coordinano l'indagine Vincenzo Piscitelli, Alessandro Milita e John Henry Woodcock non mollano: giovedì hanno comunicato a Berlusconi, De Gregorio e all'ex direttore de L'Avanti Valter Lavitola (che sarebbe stato l'intermediario) la notifica di chiusura delle indagini e ora chiederanno per tutti e tre il rinvio a giudizio, convinti di poter dimostrare la fondatezza della loro accusa. Questo nonostante il gip Cimma avesse motivato il suo rifiuto di concedere il giudizio immediato perché a suo avviso non c'era l'evidenza della prova del presunto scambio illecito tra Berlusconi e De Gregorio. La parola d'ordine, tra i pm napoletani, è una sola: fare presto e andare a processo il prima possibile.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • solerosso34

    08 Aprile 2013 - 11:11

    noi italiani guardiamo sempre all'estero m guardiamo solo quello che ci fa comodo. in Spagna cera un magistrato che mandava avvisi di garanzia a tutti i potenti del mondo, così per essere sempre sulle pagine dei giornali, poi un bel giorno il loro CSM LO HA cacciato e di GARZIA BATOLON non siè più sentito parlare(COME SI CHIAMAVA ?non ricordo bene il nome ora fa l'avvocato!!)

    Report

    Rispondi

  • manuelebonbon

    25 Marzo 2013 - 11:11

    Vedete sig.ri Tobbyyy, minimo & co, noi "sinistri" abbiamo l'apodittica certezza (e non per fede o fazione ma per FATTI) che berlusconi sia un notorio delinquente che ha commesso un numero imprecisato di reati e fino ad ora con artifizi, astuzie, imbrogli e leggi, l'ha sempre fatta franca. Convintissimi, sempre per FATTI, che sia stato, e sia tuttora, un brutto male che ha depredato l'Italia immiserendola, ridicolizzandola, togliendo ogni speranza di democrazia e giustizia ed elevando nello stesso tempo una banda di servi, ruffiani, meretrici, magnaccia al ruolo di statisti. Neanche bisogno di ripetere che anche un bambino di 7 anni poco sveglio riconoscerebbe le "qualità" dell'imbroglione, l'imbonitore malvagio, il gaglioffo ed il manigoldo e, di conseguenza, quelli che ancora lo votano e lo difendono o sono mentalmente svantaggiati o complici coscienti. Per questo non vi offendete se vi chiamano "ZOZZONI", perché è quasi un complimento. Voi siete molto peggio, siete BANANAS e penosi.

    Report

    Rispondi

  • blu521

    23 Marzo 2013 - 15:03

    Guardi che nel suo caso non abbiamo dubbi in merito. Bananas nel pallone!

    Report

    Rispondi

  • blu521

    23 Marzo 2013 - 15:03

    Guardi che nella Costituzione c'è scritto che "nessuno può essere distolto dal giudice naturale". Il nano chiede esattamente il contrario. Bananas incolto!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog