Cerca

G8, Maroni: sospendere

il trattato di Shengen

G8, Maroni: sospendere
Il Governo italiano ha proposto la sospensione del Trattato di Schengen, con il ripristino dei controlli alle frontiere, dal 18 giugno al 15 di luglio. Questo è quello che ha spiegato ai giornalisti il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, nel corso della conferenza stampa a conclusione della riunione dei ministri Giustizia-Interno del G8. “L'altro ieri – ha spiegato Maroni – ho mandato una lettera ai Paesi membri e non credo ci siano problemi ad accogliere nostra richiesta”.  Del resto, il Trattato di Schengen è un documento che coinvolge quasi tutti i paesi dell’UE e la convenzione può essere sospesa, temporaneamente, in caso di circostanze particolari (come ad esempio avvenne in occasione del G8 di Genova).

Tensioni al corteo contro i Grandi - Nel frattempo è cominciata con quasi due ore di ritardo la manifestazione di protesta contro il vertice e il pacchetto di sicurezza. Sono all’incirca duemila i manifestanti che percorreranno gran parte del centro, poi si daranno appuntamento a piazza Navona. Nutrita è la presenza degli immigrati.
Momenti di tensione si sono registrati nel momento in cui alcuni ragazzi di destra hanno tentato di infilarsi tra le file del corteo, ma sono stati riconosciuti dagli stessi organizzatori che li hanno allontanati.
Stando alle testimonianze dei partecipanti, i militanti di estrema destra avrebbero anche tirato alcune uova e preso a calci delle automobili. Il tutto mentre il corteo transitava nei pressi di piazza Vittorio. Alcuni agenti in borghese hanno bloccato il gruppo di ragazzi di destra: alcuni sono stati fatti entrare in una macchina che è stata poi circondata e inseguita dai manifestanti.
Un ragazzo, rimasto fuori dall’auto, ha rischiato il linciaggio ma è stato poi raggiunto e messo in salvo dai poliziotti che lo hanno caricato su un’auto fatta poi bersaglio di un lancio di oggetti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fonty

    fonty

    31 Maggio 2009 - 20:08

    Finalmente si vede un po' di pragmatismo al posto delle solite chiacchiere inconcludenti. Speriamo che Fini e la sua cricca non lo boicotti.

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    30 Maggio 2009 - 21:09

    Le polizie di tutta Europa di concerto lavorano per bloccare l'espandersi della delinquenza da un Paese all'altro, per tanto,solo chi vuole violare le leggi deve temere che siano instaurati nuovamente alle frontiere i controlli dei viaggiatori e delle loro merci. Dal momento in cui molti cittadini dei Paesi dell'est hanno potuto attraversare le frontiere come se si attraversasse una strada comune da una parte all'altra,sia la delinquenza organizzata che quella "privata" hanno scorazzato in lungo e in largo facendo terra bruciata dove codesti delinquenti hanno potuto mettere le mani. Anche ditte appaltatrici di lavori,hanno approfittato della libertà di movimento,assumendo in nero,per pochi giorni o settimane,lavoratori che,subito dopo aver terminato i lavori in appalto,rientravano in Patria senza che nessuno se ne fosse accorto.Però,assieme a costoro,ci sono anche corsari spregiudicati dai quali è bene guardarsi seriamente. Fa bene il Governo,la sinistra la smetta di difendere la delinquenza aggressiva contro i cittadini inermi.

    Report

    Rispondi

  • Ivana70

    30 Maggio 2009 - 19:07

    Non commento i contenuti dell'articolo, ma solo sottolineo come ci sia poca concetrazione nello scrivere visti i numerosi errori.

    Report

    Rispondi

  • olga.antonelli

    30 Maggio 2009 - 17:05

    Anch'io approvo e sottoscrivo con entusiasmo anzi, non sarebbe meglio prolungare ancor di più il tempo di ...chiusura?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog