Cerca

Influenza suina, 4 nuovi casi

Morte sospetta in Argentina

Influenza suina, 4 nuovi casi
quattro nuovi casi di influenza suina sono stati registrati in Italia. Tutti gli 'ammalati' sono reduci da un viaggio a New York. I quattro hanno viaggiato però su voli diversi. Il primo caso è quello di una donna trentenne rientrata a Verona da New York il 26 maggio con volo indiretto via Milano Malpensa. La 30enne, che al momento dell'arrivo accusava sintomi influenzali ed alterazione della temperatura, è stata visitata in ospedale e attualmente è in isolamento domiciliare per il trattamento. Le sue condizioni di salute sono buone e non destano preoccupazione. Il secondo caso riguarda un ventenne giunto da New York con volo indiretto via Amsterdam e arrivato a Bologna il 25 maggio. Al momento l'uomo è in isolamento domiciliare a Rimini. Il terzo caso è un uomo di circa trent'anni proveniente da New York con volo indiretto via Roma Fiumicino e rientrato a Modena il 24 maggio. Il quarto caso è una donna di quarantacinque anni tornata da New York a Bologna via Parigi il 28 maggio.Le condizioni di salute di tutti i contagiati non destano preoccupazione. I "contatti stretti" dei casi segnalati sono già stati rintracciati e posti sotto sorveglianza.

Morte sospetta in Argentina - Intanto in argentina è stato registrato il primo sospetto caso di morte per la nuova influenza: un uomo di 29 anni - che era stato ricoverato in ospedale con i sintomi dell'AH1N1 - è morto ieri nella provincia settentrionale di Jujuy. Lo ha riferito la stampa argentina. Il ministro della sanità della provincia, Victor Urbani, ha tenuto a precisare che - in attesa dei risultati degli esami di campioni prelevati al defunto - non è stata per ora stabilita l'esistenza di « un nesso epidemiologico» per affermare che il decesso sia stato provocato dalla nuova influenza. Urbani ha tuttavia aggiunto che l'uomo deceduto, il quale lavorava come conducente per un'impresa di viaggi, si era di recente recato a Mendoza, a ridosso della frontiera con il Cile, e «aveva avuto contatti con persone cilene che si sospetta fossero state contagiate». Citate dalla stampa locale, fonti dell'ospedale Pablo Soria di Jujuy hanno però affermato che il deceduto presentava tutti i sintomi dell'influenza AH1N1. In Argentina, i casi di sospetto contagio per la nuova influenza continuano intanto ad aumentare: il ministro della sanità federale, Graciela Ocana, ha reso noto ieri sera che ne sono stati accertati altri venti, portando a cento il numero totale di casi di AH1N1 finora confermati, mentre per altri 371 casi sospetti sono in corso accertamenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog