Cerca

L'ammonimento della Cei

La Chiesa bacchetta i partiti:
"Troppi interessi di comodo:
basta indugi, la gente è allo stremo"

Il cardinale Bagnasco a Genova tuona contro la politica che non affronta seriamente i problemi degli italiani

Il cardinale Angelo Bagnasco

Il cardinale Angelo Bagnasco

La Chiesa bacchetta i partiti: gli italiani sono allo stremo e loro stanno perdendo tempo. Sono parole dure quelle pronunciate del presidente della Cei, il cardinale Angelo Bagnasco, al termine della messa celebrata nello stabilimento Fincantieri di Sestri Ponente a Genova. "La politica si decida a finirla con ogni indugio, spesso immotivato, e ad affrontare seriamente e decisamente i problemi della gente, che non ne può più", ha tuonato l'arcivescovo di Genova sottolineando la necessità urgente di un intervento della politica per risolvere la crisi, in particolare del mondo del lavoro. "Le persone che hanno responsabilità - ha aggiunto - a tutti i livelli, politico, amministrativo, imprenditoriale, aziendale devono fare sempre di più, e in modo sempre più urgente, la propria parte". Secondo il cardinale Bagnasco "si guarda troppo a interessi particolari che - ha concluso - a volte sono solamente di comodo". Ma il prelato ce ne ha anche per l'amministrazione locale: “C'è troppa vischiosità anche  in alcune situazioni che riguardano la nostra realtà, perchè si potrebbero creare situazioni positive nuove in tempi rapidi, come è   necessario. E ci sono esitazioni che non sono comprensibili per la   gente, perchè non ci devono essere”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aifide

    17 Aprile 2013 - 10:10

    Si faccia gli affari propri, che la Chiesa ne ha tanti ma tanti da sistemare e la finisca di intervenire sulla politica italiana. Oramai è fuori, lui e i suoi adepti: è finito il tempo degli inciuci con Monti e Prodi!

    Report

    Rispondi

  • perfido

    16 Aprile 2013 - 21:09

    Il Cardinale Bagnasco, non si accorge che mentre addita qualcuno con l'indice, il medio, l'anulare e il mignolo, si rivolgono alla sua persona. Forse anche loro soffrono la crisi. Devono fronteggiare le spese delle mense per la povera gente e, magari le loro entrate, non sono più quelle di una volta. Pazienza Eminenza, che il Signore La benedica. Meno male che Papa FRANCESCO c'è.

    Report

    Rispondi

  • Gios78

    16 Aprile 2013 - 18:06

    Caro Bagnasco, grazie per l'interessamento ma tu, insieme allo stato estero cui appartieni, siete parte del problema. Invece di continuare a insegnarci a vivere, cosa di cui voi stessi non siete capaci, perchè non cominciate a pagare le tasse? Così si alleggerirebbe il carico fiscale sugli italiani che ve ne sarebbero molto grati. Per la cronaca: lo stato italiano è o dovrebbe essere laico quindi sono sgradite le vostre continue e premeditate intrusioni.

    Report

    Rispondi

  • 19gig50

    16 Aprile 2013 - 18:06

    Anche grazie al vostro consenso, i sinistri governeranno dando all'Italia un ruolo importante per quanto riguarda l'ingresso dei rom e degli immigrati, la costruzione di moschee e un popolo di gay e lesbiche. Credo che vi convenga portare il Vaticano in qualche altra nazione.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog