Cerca

Il bilancio del primo mese

Zuccotto, jeep, hotel...
Papa Francesco dalla A alla Z

Era il 19 marzo quando il nuovo Pontefice celebrò la sua prima messa sul sacrato di San Pietro

Papa Francesco

 

E' già passato un mese dall'elezione sul soglio pontificio di  Jorge Mario Bergoglio. Era il 19 marzo, festa di san Giuseppe, quando papa Francesco ha celebrato sul sagrato della basilica di san Pietro la messa di inaugurazione, a sei giorni dalla sua elezione in Conclave. Trenta giorni che hanno già cominciato a delineare le caratteristiche umane e religiose del nuovo papato che possono essere sintetizzate nelle 25 lettere dell’alfabeto.

A come ANELLO - Non più d’oro ma d’argento dorato, l’anulus pescatoris simbolo del ruolo del successore di Pietro. La scelta del materiale meno nobile e prezioso rispetto a quello tradizionalmente aureo è un segno della sobrietà che Francesco applica per sè e nvoca per la Chiesa cattolica.

B come BENEDETTO - Tutto nasce dalla rinuncia al proseguimento del pontificato da parte di Joseph Ratzinger. Le immagini del papa Francesco e del pontefice emerito Benedetto XVI l’uno accanto all’altro, inginocchiati in preghiera nella cappella di Castel Gandolfo, fanno il giro del mondo, destinate a rimanere nella Storia.

C come CALUNNIA - Un peccato grave, menzogna che nasce dall’odio  e che colpisce le persone nel loro animo, avverte Bergoglio, sottolineando che anche oggi molti cristiani, anche esponenti della   Chiesa, ne sono vittime e martiri.

E come ECOLOGIA - Custodire l’ambiente e il creato: il Papa lo chiede "per favore" ai potenti della Terra indicandolo fra gli obiettivi prioritari della loro azione pubblica.

F come FRANCESCO - Nella scelta del nome, una novità assoluta nella storia dei Papi, è contenuto il messaggio del pontificato di Bergoglio, con il richiamo diretto al Poverello d’Assisi.

G come GESUITI - Anche questa è una 'prima volta' nella storia della Chiesa, che vede un esponente della Compagnia di Gesù sedersi   sul trono di Pietro.

H come HOTEL - E’ forse la prima immagine 'popolaree del nuovo Papa, con Bergoglio appena eletto che va a saldare personalmente il   'conto' alla domus di Santa Marta per l’ospitalità durante il   Conclave, in piedi davanti al bancone della cassa, soldi alla mano.

I come INTRONIZZAZIONE - Il termine è oramai desueto e lo suona  ancor di più se riferito alla messa di inaugurazione del pontificato   di Francesco, con i Grandi della Terra sul sagrato petrino e il loro successivo omaggio all’interno della Basilica vaticana. A loro   parlerà di "potere da intendere come servizio".

J come JEEP - Favorito anche dal sole che non ha mancato di splendere, su una Roma per il resto sempre piovosa, ad ogni evento pubblico all’aperto, Francesco ha salutato ogni volta la folla in   piedi sulla jeep bianca, che al momento ha sostituito la papamobile protetta e chiusa dai vetri.

K come KIRCHNER - La 'presidenta' argentina si inchina davanti al cardinale di Buenos Aires, con il quale non erano mancati momenti di polemica, ora divenuto Papa. Le bandiere argentine che sventolano in piazza san Pietro mostrano l’orgoglio dei connazionali di Bergoglio, primo papa americano, venuto "quasi dalla fine del mondo"   come afferma dalla Loggia appena eletto.

L come LAVANDA - La tradizionale cerimonia pre-pasquale della lavanda dei piedi segna un momento di grande commozione e insieme di innovazione: compiuto nel carcere minorile romano di Casal del Marmo a  dodici giovani reclusi, fra cui due ragazze di cui una di fede musulmana.

M come MISERICORDIA - E’ la parola più insistentemente pronunciata da Francesco, già dalla visita alla basilica di santa   Maria Maggiore, raccomandadola ai penitenzieri, a imitazione della   misericordia di Dio, un Padre paziente che non si stanca mai di   accordare il suo perdono ai suoi figli, anche se peccatori.

N come NERO - Il colore confermato, per le sue scarpe al posto del tradizionale rosso papalino. Come dall’abito talare bianco si è talora scorto il nero dei suoi pantaloni: entrambi simbolo di normalità e di sobrietà anche nei vestimenti.

O come OMELIA - Diretta, breve, che parla al cuore prima ancora che al cervello dei fedeli, con frasi semplici e ripetute affinchè restino nella mente e vengano applicate nella vita quotidiana di   ciascuno.

P come PERIFERIE - E’ il luogo, concreto e metaforico insieme, che il Papa indica spesso come meta, come direzione, come viaggio da compiere da parte della Chiesa, dal suo pontefice ai vescovi fino   all’ultimo dei parroci, esortati a lasciare sempre le porte aperte ai bisogni della gente che più soffre.

Q come "QUIA miserando atque eligendo vidit, ait illi sequere me" - E’ la frase contenuta in un testo del Venerabile Beda, riferita   all’episodio evangelico della vocazione di Matteo - "Siccome lo guardò con sentimento d’amore e lo scelse, gli disse seguimi" - dalla  quale è tratto il motto scelto per il suo pontificato, 'Miserando   atque Eligendò.

R come ROMA - Più che Papa, Francesco si è subito autodefinito  come Vescovo di Roma e come tale ha celebrato la messa per la presa in  possesso della basilica di San Giovanni in Laterano, cattedrale di   Roma e del Mondo. Una definizione che può assumere un peso positivo   anche in senso ecumenico e di dialogo inter-religioso.

S come SCUDO - Nella simbologia araldica dello stemma, che   conferma quasi integralmente quello precedente vescovile, è contenuta  tutta la storia spirituale di Jorge Mario Bergoglio: il sole   fiammeggiante della Compagnia di Gesù, la stella che simboleggia   Maria e il fiore di nardo con il quale viene rappresentato Giuseppe.

T come TENEREZZA - "Non abbiate timore della bontà, non abbiate  paura della tenerezza", esorta Francesco nell’omelia alla messa di inaugurazione del pontificato. E proprio la tenerezza d’animo che ispira i suoi gesti è una caratteristica sottolineata da tutti i fedeli che hanno avuto già occasione di avvicinarlo.

U come UMILTA' - Umili per servire gli ultimi. "Non   dimentichiamo mai che il vero potere è il servizio e che anche il   Papa per esercitare il potere deve entrare sempre più in quel   servizio che ha il suo vertice luminoso sulla croce", ricorda   Francesco.

V come VIA CRUCIS - Davanti al Colosseo, sul colle Palatino, il   pontefice appare visibilmente commosso, gli occhi spesso chiusi in   raccoglimento e preghiera, mentre si rievocano le 14 stazioni della Passione del Signore, prima di ricevere lui la Croce nel rito più suggestivo della sua prima Pasqua di Resurrezione da Papa.

W come WINNER - La sua vittoria al Conclave ha colto parzialmente di sorpresa uomini di Chiesa, vaticanisti e fedeli. Il cardinale Bergoglio figurava fra coloro che potevano essere scelti per  la successione a Benedetto XVI ma non era certo entrato in Cappella Sistina etichettato fra i più 'papabili'.

X e Y - Sono le due incognite della 'espressione' papale, riguardanti da un lato la riorganizzazione della Curia e dall’altro le  indicazioni sui temi più sensibili, spesso definiti in passato come valori non negoziabili. Sul fronte del governo vaticano, ha già   compiuto un primo passo con la scelta di otto cardinali rappresentanti  di tutti i continenti, a formare un gruppo che lo possa 'consigliarè   sulla migliore riforma della Curia Romana.

Z come ZUCCHETTO - E’ il suo 'sobrio' copricapo, bianco, persino  volato via per una folata di vento al Laterano, preferito come copricapo rispetto alla vistosa e ingombrante mitria che, a sua volta,  già sostituì la 'regale' tiara.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog