Cerca

L'omelia

Papa Francesco contro la Casta ecclesiale: "Qui ci sono arrampicatori che rubano la gloria a Gesù"

Bergoglio smaschera "ladri e briganti". Poi dice: "Non sono fondamentalista, Cristo è la strada"

Papa Francesco

Papa Francesco

"Anche nelle comunità cristiane ci sono arrampicatori, che cercano il loro e coscientemente o incoscientemente fanno finta di entrare ma sono ladri e briganti. Perché? Perché rubano la gloria a Gesù, vogliono la propria gloria". Papa Francesco attacca la "Casta" ecclesiale durante l'omelia della messa di questa mattina a Santa Marta, tornando su un tema, quello del carrierismo nella Chiesa, sul quale Benedetto XVI ha insistito con grande forza durante gli otto anni del suo Pontificato.

Papa Francesco ha ribadito nuovamente oggi il messaggio dell’istruzione "Dominus Iesus" e cioè che Cristo è l’unico Salvatore. "Qualcuno di voi - ha commentato dirà: Padre, lei è fondamentalista?. No, semplicemente questo l’ha detto Gesù: Io sono la porta, Io sono il cammino, per darci la vita. Semplicemente. E’ una porta bella, una porta d’amore, è una porta che non ci inganna, non è falsa. Sempre dice la verità. Ci sono forse sentieri più facili, ma sono ingannevoli, non sono veri: sono falsi. Soltanto Gesù è la strada". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bettely1313

    22 Aprile 2013 - 18:06

    in senso lato contro i sacerdoti, che considerano il sacerdozio la strada per fare carriera e arrivare in cima alle gerarchie ecclesiastiche, senza una vera vocazione. Altrimenti non ci sarebbero tanti di loro che si lasciano sedurre dal sesso e dall'ingordigia.

    Report

    Rispondi

  • vitt56

    22 Aprile 2013 - 15:03

    non prevarranno.La battaglia finale è iniziata. Nell'Escatologia tradizionale è da sempre contemplata.

    Report

    Rispondi

  • spalella

    22 Aprile 2013 - 14:02

    il fondatore della dinastia dei Medici a firenze, tra il 1400 ed il '500, ha sponsorivzzato un bandito di strada che voleva fare carriera nella chiesa e che alla fine è anche diventato papa col nome di benedetto XXIII, mi sembra... ovviamente questo papa si è poi ricordato con riconoscenza pelosa della Banca nascente dei medici. insomma, non c'è bisogno di ricordare i Nuovi ladri del vaticano, bastano ed avanzano i vecchi ladri, in quanto di storie simili il vaticano ed i suoi papi sono pieni zeppi.

    Report

    Rispondi

  • fausta73

    22 Aprile 2013 - 12:12

    mettiamo in parlamento Papa Francesco

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog