Cerca

Povera tv di Stato

Monti ha fatto danni pure in Rai:
bilancio 2012 in profondo rosso

Nell'anno di governo del Prof, che ha voluto a viale Mazzini il duo Tarantola-Gubitosi, persi 244 milioni di euro. Il 2011 si era chiuso in nero per 4 milioni

Monti ha fatto danni pure in Rai:
bilancio 2012 in profondo rosso

di Matteo Legnani

certo, c'è la crisi. ceto, c'è il calo della pubblicità. Ma se un'azienda sborsa la bellezza di sei milioni di euro per un programma ("Tuttodante" di Roberto Benigni), convinta che faccia il 15% di share quando poi fa il 4 se va bene, è difficile che i conti tornino. E infatti, quelli della Rai non tornano. La televisione di Stato ha approvato stasera martedì 23 aprile il bilancio 2012, che registra, con al timone il duo Anna Maria Tarantola-Luigi Gubitosi fatti presidente e direttore generale dal governo Monti, perdite per ben 244,6 milioni di euro. A favore, del cda di viale Mazzini hanno votato in sei (la stessa Tarantola e i consiglieri Marco Pinto, Guglielmo Rositani, Antonio Pilati, Rodolfo De Laurentiis e Luisa Todini) mentre si sono astenuti Benedetta Tobagi e Gherardo Colombo. A generare il rosso nei conti Rai sono stati più fattori, tra cui il calo della pubblicità.  Dai dati emerge che i risultati  consolidati del Gruppo nel 2012, "pur in presenza dei positivi effetti - dice la nota riassuntiva di viale Mazzini - indotti da azioni intraprese sul fronte della riduzione delle principali voci di costo aziendali, hanno inevitabilmente risentito del contesto economico in netto deterioramento rispetto all’anno precedente".

I ricavi del Gruppo ammontano a 2.786,5 milioni di euro, riflettendo una riduzione di 211,8 milioni di euro, "interamente attribuibile - specifica la nota finale - a una caduta dei ricavi pubblicitari". Sul versante dei costi operativi, aumentano quelli esterni: sono a quota un miliardo e 284,8 milioni di euro, in crescita di 34 milioni di euro rispetto al 2011. La posizione finanziaria netta del Gruppo Rai al 31 dicembre 2012 risulta negativa per 366,2 milioni di euro, con un peggioramento di 93,8 milioni di Euro. Il patrimonio netto consolidato al 31 dicembre 2012 ammonta a 290,9 milioni di euro. Nel 2011 il bilancio era stato positivo, seppur per soli 4 milioni di euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fonty

    fonty

    24 Aprile 2013 - 17:05

    E che volete che siano 244 milioni di euro per il carrozzone RAI ? Basta aumentare un'ennesima volta il canone.. pardon, la tassa pagata dai sudditi, et voilà, i conti ritornano a posto, pronti per essere di nuovo sfondati con altre spese per elargizioni magnanime agli amici degli amici.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    24 Aprile 2013 - 17:05

    Non esageriamo, mica è lui che spende e spande per tenere in video oche, galline e ciarpame vario. Non è lui che strapaga Fazio e co. per un festival della canzone inutile e non è lui che ha cacciato 6 cocuzzoni per le cialre del buon comisco toscano.Non è lui che mantiene una pletora di "giornalisti" più simili a giornalai, inutili e inguardabili. Insomma, se alla RAI usano i nostri soldi per farsi i fatti loro non può certo essere colpa del FalliMonti!

    Report

    Rispondi

  • Bolinastretta

    24 Aprile 2013 - 17:05

    fino a che non se ne parla di fare informazione e programmi intelligenti e di cultura per ragazzi neanche l'ombra!! ma si da spazio a comici alla benigni ricoperto di milioni (e che nessuno si caga)programmi come l'isola dei velenosi, noiosi squnternati come celentano, soporiferi come Fazio, comici o presunti come Litizzetto... andiamo avanti?? no meglio fermarci qui....

    Report

    Rispondi

  • fossog

    24 Aprile 2013 - 15:03

    piuttosto noi cittadini dovremmo cancellarlo il baraccone RAI ... che campi con le sue capacità, se ne ha, e non con i nostri soldi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog