Cerca

Il processo a porte chiuse

Omicidio Vasto, il pm chiede l'ergastolo per Fabio Di Lello

Tragedia di Vasto, Fabio Di Lello aveva un complice che lo ha avvertito: "Italo è al bar"

Il pm Giampiero Di Florio ha chiesto la condanna all'ergastolo per il panettiere di Vasto Fabio Di Lello, accusato dell'omicidio aggravato dalla premeditazione di Italo D'Elisa, il 21enne a luglio scorso aveva investito e ucciso sua moglie Roberta Smargiassi.

Il processo su Di Lello si sta celebrando a porte chiuse e con il rito immediato. Nella precedente udienza, i giudici della Corte hanno respinto la richiesta di perizia psichiatrica presentata dai legali di Di Lello, gli avvocati Giovanni Cerella e Pierpaolo Andreoni. Da quando Di Lello era entrato in carcere, i suoi avvocati avevano denunciato lo stato psichiatrico sempre più precario dell'uomo, sorvegliato a vista dagli agenti. I pianti quotidiani e la necessità di una cura adeguata avevano portato i legali a chiedere almeno la concessione degli arresti domiciliari. Un'istanza finora sempre negata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog