Cerca

Il trappolone

Imu, l'ipotesi: sostituirla con una tassa comunale

L'imposta sugli immobili potrebbe essere trasformata in una "Imposta di servizio dei Comuni", dove confluirà anche la Tares. Tutte le ipotesi sulle franchigie

Imu, l'ipotesi: sostituirla con una tassa comunale

La rata di giugno dell'Imu è sospesa, ma quello che accadrà a dicembre, quando in teoria si dovrebbe pagare il saldo, ancora non ci è dato sapere. Nelle ultime ore, sta comunque prendendo corpo l'idea di riforma generale dell'imposta che potrebbe cambiare nome, abbracciare anche altri tributi come la Tarsu (tassa sui rifiuti), essere rivista sia nella base imponibile che nelle aliquote, e inglobare anche l'imposta di registro che si paga sul trasferimento degli immobili. Una sorta di maxi-tassa complessiva ancora più pesante, insomma. Anche la nuova imposta, come l'Imu da quest'anno e la futura Tares, dovrebbe essere interamente a favore dei Comuni, che potrebbero intervenire per una graduale modifica delle aliquote. La nuova maxi-tassa potrebbe inglobare anche una parte del gettito d'imposta di registro (quella che si paga sul trasferimento degli immobili). 

Le ipotesi - Secondo il retroscena tratteggiato dal Corriere della Sera l'Imu verrebbe in pratica trasformata in una "Imposta di servizio dei Comuni" che potrebbero dunque intervenire per modificare le aliquote. Naturalmente si sta studiando il modo per far si che tutta l'operazione non si trasformi in un boomerang, ossia in un aumento secco delle tasse. Diverse le ipotesi al vaglio riportate dal Corsera: si pensa al ricalcolo della base imponibile, all'aumento delle detrazioni per i figli a carico, oppure potrebbe essere introdotta una sorta di franchigia che esenti dal pagamento dell'imposta i prorpietari che hanno redditi più bassi. Su questo Pd e Pdl hanno posizioni diverse. I democratici vorrebbero esentare dall'Imu chi paga fino a 4-500 euro (circa l'80% dei proprietari) e rinunciare a 3 miliardi di euro di gettito. Il Pdl pretende che la cancellazione totale dell'Imu per tutti e la restituzione di quella pagata nel 2012. Servirebbero otto miliardi subito e 4 l'anno dal 2014 in poi.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arch

    04 Maggio 2013 - 18:06

    ... a fine maggio si levi di tre passi. Stiamo benissimo senza. Tanto i governi sanno solo tassare.

    Report

    Rispondi

  • giacomolovecch1

    03 Maggio 2013 - 19:07

    servono per mantenere i nostri cari parassiti che non vogliono almeno dimezzare i loro introiti.

    Report

    Rispondi

  • paolo44

    03 Maggio 2013 - 19:07

    Questi pagliacci non hanno capito che quello che serve è un colpo netto, un cambiamento di rotta. L'IMU, che interessa l'80% degli italiani, è la tassa ideale da tagliare di netto per ridare un po' di speranza ai consumatori e al mercato immobiliare. Con questi maledetti cacadubbi e uovopelisti l'effetto dell'annuncio di Letta è già stato sepolto. Ora occorrerà la legge definitiva per dar veramente fiducia, tra liti e agguati! campa cavallo. Dementi!

    Report

    Rispondi

  • carlo58

    03 Maggio 2013 - 16:04

    questi qua sono incapaci e idioti. dobbiamo imparare a vivere con i mezzi che abbiamo non inventarci tasse per coprire i costi fissi dei comuni. che andrebbero segati come province e regioni.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog