Cerca

Noi li accogliamo, loro ci ripagano così

Torino, 60 magrebini tengono in ostaggio un treno a Pasqua: coltelli, escrementi e insulti

53
Torino, 60 magrebini tengono in ostaggio un treno a Pasqua: coltelli, escrementi e insulti

Sono stati fermati quattro ragazzi dopo il viaggio da incubo che ha terrorizzato 300 passeggeri del treno Ventimiglia-Torino, partito dalla Liguria nel pomeriggio della domenica di Pasqua. Circa sessanta per la maggior parte magrebini e alcuni italiani del torinese e cuneese hanno infatti occupato le carrozze del convoglio, tenendo in ostaggio tutti i passeggeri, tra aggressioni e parolacce. L'orda di teppisti, inoltre, ha reso inutilizzabili i bagni del convoglio e ha squarciato i sedili con dei coltelli. I fermati sono un maggiorenne italiano e tre minorenni marocchini di età compresa tra i 15 e 16 anni.

La vicenda viene rivelata da La Stampa, che dà conto di diverse testimonianze. Simona, una giovane studentessa che viaggia spesso su questa tratta, ha offerto un racconto drammatico di quanto accaduto: "L'incubo è iniziato all'arrivo a Finale. Qui è salito un gruppo di giovani. Erano tantissimi, penso nordafricani, credo tutti minorenni. Con loro c'erano delle ragazze italiane ubriache, che continuavano a spostarsi tra gli scompartimenti e a chiudersi nei bagni per non farsi vedere dal controllore".

Una coppia di anziani ha poi avvisato il capotreno dei continui schiamazzi e i carabinieri hanno fatto scendere i teppisti, ma quando il treno è ripartito il gruppo è risalito. Ha continuato Simona: "Alla fine non gli hanno fatto nemmeno una multa e hanno trascorso il resto del viaggio a prendere in giro tutti gli altri passeggeri. Le loro parole: Visto? Non ci possono fare niente. Hanno sfogato la loro rabbia sui sedili di uno scompartimento, squarciandoli con i coltelli, e nei bagni, resi del tutto inutilizzabili. Una volta a Porta Nuova, poi, c'è stato il fuggifuggi generale. Sono scesa e ho lasciato la stazione tra cordoni di poliziotti dove molti di quei ragazzi scappavano, correndo in mezzo ai binari. Insomma, credo che la maggior parte di loro, dopo tutto quello che ha combinato, l'abbia fatta franca".

Quelli che si sono dati alla fuga, attraversando i binari, hanno inoltre costretto a bloccare la circolazione ferroviaria dell'intera stazione per circa venti minuti. La polizia è riuscita a identificare solo due degli extracomunitari vandali, che restano comunque a piede libero, come il resto del gruppo. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Klausrocchi1

    23 Aprile 2017 - 17:05

    Fino a quando faremo solo chiacchiere questa feccia la farà da padrone nei nostri quartieri e ora di formare le milizie cittadine e riportare l ordine nelle nostre strade.una.vera milizia che porti aiuto ai nostri cittadini in difficoltà cOme i tanti anziani e colpire chi porta degrado nei nostri quartieri spazzare via tutte le bancarelle non vogliamo i suk.e bastonate senza pietà chi sporca .

    Report

    Rispondi

  • Klausrocchi1

    23 Aprile 2017 - 17:05

    Questa è l Italia ridotta a una fogna per la feccia di tutto il mondo che facciaentrare grazie al Vaticano e amici radicalchic.vogliono africanizzare l Italia a spese nostre siamo i taxisti dei clandestini e lo fanno sembrare normale.ma normale non è ora arriveranno frotte di minori mandate dai genitori visto che il governo darà diritti come gli italiani (che non li hanno)e al 18anno italiani.

    Report

    Rispondi

  • Brono

    20 Aprile 2017 - 22:10

    Qui si va sempre peggio e nessuno prende delle posizioni su queste vicende che hanno a dir poco dello scandaloso. Purtroppo siamo un paese che non ama l'Italia, invece dovremmo essere più nazionalisti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media