Cerca

Le nuove regole

Dal 18 giugno via alla riforma del condominio I lavori di ristrutturazione si pagano prima

Ma con la crisi la norma chiesta dai costruttori per evitare i ritardi nei pagamenti potrebbe bloccare molti interventi

Dal 18 giugno via alla riforma del condominio I lavori di ristrutturazione si pagano prima

 

C'è molta preoccupazione fra i costruttori per l'entrata in vigore della riforma del condominio, prevista per il 18 giugno che impone il pagamento anticipato dei lavori di ristrutturazione e di rifacimento di tetti e facciate. Riporta il Corriere della Sera che la norma era stata fortemente voluta dai costruttori stessi per evitare così il problema del ritardo dei pagamenti ma ora, vista la crisi, si teme che questo tipo di tutela possa essere controproducente o addirittura ritorcersi contro. I condomini infatti d'ora in poi, se vogliono eseguire interventi di manutenzione straordinaria, devono costituire in anticipo un fondo pari all'importo dei lavori. "Ma oggi - spiega Pietro Membri, presidente dell'Anaci, l'associazione nazionale degli amministratori immobiliari - appare pressoché impossibile da attuare se la si interpreta in modo letterale: in condominio si fa fatica ad accantonare i soldi per il Tfr dei custodi, è ben difficile pensare che un'assemblea decida di pagare in anticipo decine di migliaia di euro". A questo punto la soluzione potrebbe essere la fideussione o il prefinanziamento bancario che comunque porta costi in più che in un momento di grave crisi come questo sono sicuramente un problema per chi deve mettere mano al portafoglio. 

Leggi l'approfondimento sulla riforma dei condomini

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • galegio

    27 Novembre 2015 - 12:12

    Sono d'accordissimo con molti che hanno risposto, io fortunatamente ho una casa che l'anno scorso ho fatto ristrutturare, e scegliendo una ditta della mia zona sul portale Edilnet.it mi sono fatto preventivare e mettendo nero su bianco il pagamento con lo stato di avanzamento. Io non avrei mai pagato prima di iniziare, io non so come la pensano. Legge sbagliatissima

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    21 Maggio 2013 - 19:07

    Dal 18 giugno la ditta che farà i lavori nel mio condominio poserà ugual somma quale tutela dell'esecuzione dei lavori, visto che in caso di causa la magistratura per arrivare ad una sentenza civile fa passare 20 anni, io voglio pararmi prima. O meglio, chi ha approvato questo ha ben pensato di proteggere tutte quelle imprese che non fanno bene i lavori che qui in Italia ce ne sono tante. Azzarderei anche dire che la politica pur di aver appoggi si è ben infiltrata in certi campi.

    Report

    Rispondi

  • orconero

    21 Maggio 2013 - 18:06

    Questa e' l'ennesima cazzata pensata da un governo di idioti. Questi prendono il grano, fanno un lavoro di merda e poi fai causa. Auguri.

    Report

    Rispondi

  • RobertPaul

    21 Maggio 2013 - 17:05

    invece che tenersi i soldi a mo di ricatto per eventuali lavori mal fatti o peggio usare parte dei soldi del mutuo per farsi le ferie o la moto oppure la mobilia . ci sono molti clienti disonesti , voglio vedere se uno esce dal supermercato senza pagare il contenuto del carrello . le tutele di legge per il cliente ci sono già tutte quindi è giusto forzarlo a pagare tutto e subito appena terminati i lavori . ma una norma che ti fa pagare prima del lavoro è una cazzata .

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog