Cerca

Città violenta

Milano, dopo l'assalto alla gioielleria
Anziani picchiati e rapinati in via Padova

Controlli in via Padova a Milano

Controlli in via Padova a Milano

 

Continua l'ondata di violenza a Milano. Dopo l'assalto alla gioielleria in via della Spiga, questa notte due anziani sono stati picchiati, minacciati e sequestrati per due ore da rapinatori armati di coltello e cacciavite.

La coppia (lui 89 anni e lei 73), che abita in via Padova, alla periferia nord della città, è stata svegliata di soprassalto nel cuore della notte. I due sono stati minacciati finché i banditi, forse due nordafricani di circa 25 anni, sono riusciti a scovare una cassetta in ferro con dentro contanti per diecimila euro. Solo a quel punto, hanno lasciato gli anziani in pace e sono scappati col bottino.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Satanasso

    22 Maggio 2013 - 15:03

    Allora...O i cittadini italiano formano gli Squadrono della morte per ammazzare gli immigrati irregolari a Milano e in Italia in genere, o altrimenti quando saranno tantissimi,verremo sottomessi come sta succedendo in Olanda dove sono diventati schiavi degli islamici. Le guerre si vincono con le maniere forti. Gli stranieri extacomunitari ci vedono come le ragazze pon-pon che sgallettano emettendo urletti isterici. O ci facciamo rispettare,o prepariamoci alla morte !

    Report

    Rispondi

  • Il_Presidente

    22 Maggio 2013 - 15:03

    rispediamo a casa loro a calci tutti questi straccioni terzomondisti, ignoranti, rozzi, arroganti, rpetenziosi, delinquenti... benne risorse importiamo! L'immigrazione esclusivamente di disperati,poveri ed inutili ha devastato il Paese.

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    22 Maggio 2013 - 14:02

    Direi il modello PD = uno SFASCIO !!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • Logmain

    22 Maggio 2013 - 14:02

    Forse non si ricorda le cronache di quegli anni, e capisco che l'insicurezza di oggi possa far dimenticare quelle del passato. Però non si ricorda gli stupri in piazza, le violenze su alcune tratte del trasporto pubblico o le sparatorie nei quartieri "arabi" di Milano? Vada a leggersi le cronache con tanto di promesse di De Corato : le rassegne stampa si trovano ancora su internet con date e luoghi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog