Cerca

Udienza preliminare

Costa Concordia, Schettino rinviato a giudizio: in aula dal 9 luglio

Il giudice ha deciso ha definito le richieste degli avvocati del comandante: "Irrituali e superflue"

Comandante tragico

Il comandante del Costa Concordia Francesco Schettino, protagonista del naufragio al Giglio lo scorso 13 gennaio

Oggi era il giorno dell'ex comandante della Costa Concordia Francesco Schettino, 22 maggio, che per la prima volta questa mattina è entrato dall'ingresso principale del teatro Moderno, dove era in corso l'udienza preliminare per il naufragio della nave da crociera avvenuto il 13 gennaio 2012, beffando così i giornalisti che lo attendevano sul retro. Francesco Pepe, legale di Schettino, si diceva positivo: "Sarà un’udienza conclusiva almeno per questo momento. Aspettiamo di sapere che cosa il giudice deciderà sulle nostre richieste di integrazione". La difesa infatti chiedeva il proscioglimento per quanto riguarda l'abbandono della nave da parte del capitano ma il gup Pietro Molino ha rigettato la richiesta di integrazione probatoria. Il giudice ha perciò deciso di rinviare a giudizio Schettino e ha definito le istanze degli avvocati dell'ex comandante: "Irrituali e superflue vertendo su temi già oggetto di ampia analisi nell’incidente probatorio". Schettino finirà dunque in tribunale e l'udienza è stata fissata per il 9 luglio prosssimo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog