Cerca

Il processo a Milano

Processo Ruby, i legali della Minetti: "Annullare la testimonianza di Karima"

I legali di Nicole: "La testimonianza non è valida. Troppi gli omissis dei pm, impossibile organizzare la difesa"

Nicole Minetti

Nicole Minetti

di Andrea Tempestini
@antempestini

Nelle pruriginose aule dove si celebra il processo Ruby si scontrano anche le due presunte, ma indiscusse, regine del bunga bunga. Nicole Minetti contro Ruby Rubacuori. Per Karima è il giorno del controesame. Nuovamente sotto torchio, ancora una volta nega i rapporti sessuali col Cav. Lo fa anche con motivazioni piuttosto pittoresche: "Non mi sono prostituita con Cristiano Ronaldo, figuratevi con Silvio Berlusconi". La marocchina parla anche dell'ex consigliera: "Solo conoscenza, semplice amicizia tra me e Nicole Minetti". Così Ruby, a precisa domanda del pm Antonio Sangermano, motiva i 122 contatti telefonici con Nicole tra febbraio e giugno 2010.

"Annullare la testimonianza" - Prendono poi la parola i legali della Minetti. Parla l'avvocato Pasquale Pantano. Perentoria la richiesta: "Annullate la testimonianza di Ruby". Lo scontro passa per il lavoro dei pm, che il legale ritiene quantomeno imprciso. Secondo Pantano, infatti, i pm Sangermano e Pietro Forno, nel corso del controesame hanno posto a Karima delle domande che si riferivano ai verbali, in parte omissati, resi dalla marocchina nel corso delle indagini. L'avvocato insiste: "Uno dei grandi temi della testimonianza è la veridicità delle dichiarazioni di Ruby", che risulterebbe però compromessa dalle domande sui verbali, perché in parte coperti dal segreto. 

Gli omissis - L'avvocato, in buona sostanza, si riferisce alla presenza nelle carte di numerosi omissis. Diverse parti delle dichiarazioni fornite da Ruby tra luglio e agosto 2010 sono state cancellate, e così, secondo Pantano, la difesa della Minetti non ha potuto avere una visione completa del caso. Sangermano ha ribattuto spiegando che gli omissis riguardano "nomi di persone e circostanze irrilevanti ai fini processuali". Ma tant'è: l'eccezione è stata sollevata. La Minetti, di fatto, chiede che con un tratto di penna l'intera deposizione di Ruby venga cancellata. I giudici, ora, sono in camera di consiglio per decidere sull'eccezione sollevata".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cavallotrotto

    01 Giugno 2013 - 12:12

    vada in algeria , minetti e si consoli con i musulmani . ma stia zitta , ha guadagnato abbastanza soldi ? bene vada in messico

    Report

    Rispondi

  • pinco

    31 Maggio 2013 - 23:11

    ......non lo ciuccia nessuno!

    Report

    Rispondi

  • Cosean

    24 Maggio 2013 - 20:08

    dato che è impossibile organizzarle la difesa, diventa ufficialmente indifendibile e quindi deve essere assolta!!

    Report

    Rispondi

  • blu521

    24 Maggio 2013 - 19:07

    Dicono che se non annullano la testimonianza della nipote di Mubarak, da domani leggeremo una lunga serie di nomi di puttanieri illustri. Ma mai al livello del nano, stia tranquillo. Bananas incredulo!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog