Cerca

Rifiuti, arresti in Campania

A Palermo arriva l'esercito

Rifiuti, arresti in Campania
Quindici ordinanze di custodia cautelare per i collaudatori degli impianti per lo smaltimento rifiuti in Campania. Tra queste anche una per il presidente della Provincia di Benevento, Aniello Cimitile eletto dai voti una coalizione di centrosinistra l’anno scorso. Il blitz, condotto nell'ambito dell'operazione 'Green', da Gdf e Dia, è in corso dalle prime ore del giorno. Numerose le ordinanze di custodia cautelare a carico di esponenti politici, professori universitari, funzionari della Regione Campania. L'inchiesta,  dei pm Noviello, Sirleo e Milita, riguarda le presunte irregolarità nei collaudi di numerosi impianti cdr: le indagini hanno accertato che le persone arrestate avevano attestato l'idoneità degli impianti quando questi erano già sotto sequestro ed avevano sostenuto la conformità del prodotto del cdr alle specifiche del contratto, che in realtà mancava.

Esercito a Palermo - Quella appena trascorsa è stata la quinta notte consecutiva caratterizzata da incendi a cassonetti e cumuli di rifiuti a Palermo, dove la raccolta della spazzatura è ricominciata  ma procede con estrema lentezza. I roghi appiccati dai cittadini hanno distrutto almeno 150 cassonetti e impegnato i Vigili del fuoco in oltre 200 interventi nei quartieri Medaglie d'oro, Zen, Santa Rosalia, Montegrappa, Falsomiele e anche in collina a Piano Geli. Da oggi il governo ha deciso di schierare sul territorio 150 militari dell'Esercito, messi a disposizione nel vertice con il capo della Protezione civile Bertolaso di lunedì.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog