Cerca

Storia choc

Prende un bimbo thailandese e lo porta in Italia: arrestato pedofilo

Nella casa dell'uomo rinvenuto materiale pedopornografico, la denuncia è arrivata da un ragazzo: "Non voglio che gli faccia quello che ha fatto a me"

Il piccolo di 10 anni era stato portato in Italia quando ne aveva solamentre tre. Gli inquirenti stanno indagando per scoprire se abbia subito abusi
Prende un bimbo thailandese e lo porta in Italia: arrestato pedofilo

E' andato a prenderselo nella lontana Thailandia e l'ha portato con sé. Un uomo 60enne è stato arrestato dai carabinieri di Milano con la pesante accusa di aver portato in Italia un bambino di dieci anni, non suo, fingendo di esserne il padre. L'uomo, un imprenditore habitué del turismo a scopo sessuale, è stato oggetto d'indagine e durante la perquisizione della sua abitazione è stato ritrovato un importante quantitativo di materiale pedopornografico.

La denuncia - La segnalazione, oltre ad una serie di accertamenti su internet, è arrivata da parte di un altro giovane che ha raccontato agli investigatori di aver subito, in passato e quando era minorenne, degli abusi sessuali da parte dell'uomo: non volendo che quel bambino passasse quel che aveva dovuto sopportare lui ha deciso di rivolgersi alle forze dell'ordine. Grazie alla denuncia il piccolo è stato sottratto al falso papà e affidato ad alcuni parenti dell'uomo.

La storia - Il piccolo oggi ha 10 anni ma è giunto in Italia quando ne aveva solamente 3, naturalizzato dal finto padre: è stato prima iscritto nelle liste dei residenti all'estero e infine è giunto in patria. L'uomo era già noto alle forze dell'ordine ed in passato era stato arrestato dalle autorità thailandesi per molestie sui minori.

Abusi - Secondo gli investigatori, almeno secondo un analisi preliminare, non ci sarebbero prove di abuso sessuale sul minore nonostante l'ingente quantià di pornografia minorile rinvenuta nell'appartamento. Nei prossimi giorni il picccolo verrà ascoltato da personale più idoneo ma la priorità adesso, fa sapere il Nucleo investigativo di Milano, è tutelare il bambino a cui è cambiato totalmente il mondo in un solo giorno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • KING KONG

    18 Giugno 2013 - 18:06

    magari un giorno capiremo questo tuo post....per il momento è solo un'idiozia

    Report

    Rispondi

  • brontolo1

    01 Giugno 2013 - 12:12

    sta gente andrà a nozze!

    Report

    Rispondi

  • fedefeni

    01 Giugno 2013 - 11:11

    devono essere inseriti in una lista resa pubblica in modo che tutti sappiano chi sono e possano denunciare ogni atteggiamento o movimento strano ma, ovviamente,non si può violare la privacy di questi schifosi..Questo in particolare NON deve MAI più uscire di galera!Si è portato a casa un bimbo che forse desiderava più la morte che un destino del genere.Se ben tenuto una ventina d anni di galera,prima di morire, riesce a farseli questo bastardo

    Report

    Rispondi

  • lucy

    31 Maggio 2013 - 18:06

    avranno pensato... "che animo buono!" ha adottato un bimbo bisognoso!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog