Cerca

Tartassati

Interessi più bassi e tutela prima casa
Ecco come cambierà Equitalia

Interessi più bassi e tutela prima casa
Ecco come cambierà Equitalia

Tassi d'interesse più bassi e maggiori tutele per la salvaguardia della prima casa. Entro la fine del mese Equitalia cambierà. Almeno stando all'annuncio che il vice ministro all'Economia con delega alle Finanze, Luigi Casero, ha fatto dalle colonne del Corriere della Sera. "Entro giugno presenteremo una norma per limare tassi d'interesse e abbassare gli aggi. E interverremo a tutela della prima casa", ha detto nell'intervista sottolineando che "Non faremo nulla che non ci abbia chiesto di fare il Parlamento. C'è stata una risoluzione approvata all'unanimità in commissione Finanze alla Camera: la vogliamo attuare".  Ecco in sei punti il piano economico del governo: 

1) Imu e Iva - Insomma un Fisco meno "aggressivo" che fa il paio con la riforma per l'Imu. "Iniziamo da questa settimana con una serie di incontri di approfondimenti", ha detto Casero spiegando che il governo è al lavoro anche sull'Iva: "bisognerà evitarne l'aumento almeno per i prossimi 6 mesi con una recessione come questa. Ma stiamo cercando di verificare le voci di spesa e di entrata. Decideremo entro metà giugno". 

2) La riforma della tassazione sulla casa -  Dopo aver sospeso l'Imu della rata di giugno della prima casa, il governo vuole rivedere l'intero capitolo del prelievo sugli immobili entro il 31 agosto. Bonus sulle ristrutturazioni e i  mobili, e l'ecobonus sui miglioramenti energetici

3) Tasse più leggere per chi assume i giovani - Letta intende portare la disoccupazione giovanile al 30% dall'attuale 38%. Allo studio c'è la defiscalizzazione per 5 anni delle assunzioni a tempo indeterminato per i giovani fino a 25 anni.

4) La pensione -  Il governo intende modificare la legge Fornero puntando sulla "staffetta generazionale": si potrà andare in pensione prima lasciando il posto a un giovane attraverso, per esempio, il meccanismo "metà stipendio metà pensione". 

5) Stop soldi ai partiti - Il Parlamento deve affrontare il ddl sul taglio ai finanziamenti pubblici ai partiti. Il nuovo sistema prevede che i cittadini possano finanziare i partiti con donazioni detraibili (al 276% o al 52% a seconda dell'importo) e con il due per mille dalla dichiarazione dei redditi. 

6) Agevolazioni e sanzioni -  Allo studiio cui sono temi come la riforma del catasto, la semplificazione degli adempimenti fiscali, le senzioni penali solo per le violazioni di maggiore gravita, e un riordino delle agevolazioni. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • liberal1

    11 Giugno 2013 - 06:06

    Non cambia niente devono condonare tutti gli interessi di equitalia e non basta l'impignorabilità della casa anche dei mobili dentro la casa l'autovettura e fare rate più umane anche chi ha debiti sopra i 100 mila euro altrimenti chiudono e addio posti di lavoro. Ditelo a Casero o a Berlusconi che così è solo un palliativo , e poi se no ripartono i consumi come si fa a pagare?

    Report

    Rispondi

  • pinco

    03 Giugno 2013 - 20:08

    Anche gli evasori creano ricchezza e vanno tutelati! Se rendiamo tutti poveri l'Italia sarà il paese dei pezzenti!!!

    Report

    Rispondi

  • gioant

    03 Giugno 2013 - 16:04

    Ma sta scherzando?metà stipendio!metà pensione!staffetta!Ma lei sa che per vivere ci vogliono tanti soldi,lei vuol creare lavoro dividendo il lavoro esistente,è sulla cattiva strada,una strada che porta ad orizzonti oscuri,non deve scherzare sulla pelle del popolo,deve dividere la ricchezza, deve abbassare il costo della vita, le sue,sono idee nulle, proposte da chi non ha mai vissuto da popolano.

    Report

    Rispondi

  • miacis

    03 Giugno 2013 - 12:12

    Lo sapevate che se non contestate una cartella di "inequitalia" entro i termini anche se la richiesta é del tutto infondata devi pagare multe comprese? Dov'è la giustizia? Per quale motivo il loro errore é cassato da quello del contribuente? Ve lo dico io il perchè:i cittadini non contano un cazzo!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog