Cerca

L'inchiesta dell'Espresso

Politici in vacanza a sbafo da Valtur

L'agenzia di viaggi commissariata e sotto inchiesta per i rapporti tra il patron e Messina Denaro regalava vacanze e forti sconti agli esponenti politici

Schifani alle Maldive

Schifani alle Maldive

Oggi la Valtur, il colosso dei viaggi a cinque stelle, è commissariato e il patron Carmelo Patti è sotto inchiesta come prestanome di Matteo Messina Denaro, il superlatitante di Cosa Nostra. Dalle carte dell'inchiesta pubblicate dall'Espresso emerge un'inquietante giro di vacanze a sbafo, o con prezzi scontatissimi, in lussuosi resort in cui sono coinvolti parecchi politici. Da Renato Schifani a Osvaldo Napoli, da Salvatore Cuffaro ad Angelino Alfano, da Simona Vicari a Ignazio Abrignani. Tutto, stando a quanto riporta il settimanale,  grazie alla generosità di Carmelo Patti di cui i magistrati stanno cercando di ricostruire le relazioni che hanno favorito il suo successo. 

L'Espresso racconta che Renato Schifani, con signora, ha salutato l'arrivo del 2008 sul bianco arenile delle Maldive: per il soggiorno nel villaggio di Kihaad avrebbero beneficiato di uno sconto di 6.074 euro. Per una settimana di soggiorno in villaggio con camera matrimoniale comfort vista mare, aerei, idrovolante in altissima stagione Schifani hanno saldato un conto finale di 3434 euro. Nell'agosto 2009, invece, Patti avrebbe ospitato a Favignana 24 persone. Tra loro sempre Schifani con moglie, figlio e fidanzata, il senatore Cuffaro e la senatrice pdl Vicari, ora sottosegretario allo sviluppo economico. Il conto sfiora i 20mila euro ma viene azzerato da uno sconto dello stesso importo, scrive sempre l'Espresso. La stessa compagnia avrebbe trascorso, sempre a costo zero con un buono del valore di 1.120 euro a coppia, la Pasqua 2009 a Sharm el Sheik. Il portavoce di Schifani, Massimo Perino, intervistato dal settimanale, dichiara. "Con Patti il senatore non ha mai avuto rapporti di carattere politico o di affari, solo una normale conoscenza. Il resort alle Maldive lo ha saldato con un bonifico dopo che gli operatori della Valutour hanno insistito per fargli". Secondo il settimanal "Cuffaro sembra essere un vero habitué della Valtur: ha viaggiato gratis per 50 giorni in località che vanno dalla Sicilia alla Sardegna, dall'Egitto alle Maldive". 

A viaggiare a tariffa speciale c'è anche il vicepremier e ministro dell'Interno Angelino Alfano. Il suo caso è però "diverso: ha sempre pagato, limitandosi ad uno sconto significativo", sottolinea l'Espresso facendo riferimento a tre fatture per resort da sogno. La prima del Capodanno 2009 a Mauritius: avrebbe pagato 18.748 euro usufruendo di uno sconto di 3.600 euro. L'anno successivo, alle Maldive, dove resta una settimana con famiglia, avrebbe pagato 12mila euro, con uno sconto di circa 4.800 euro. L'ultimo soggiorno, sarebbe dell'agosto 2011, pochi giorni prima del commissariamento di Valtur. Alfano si sarebbe concesso una settimana in Grecia con moglie e figli, la famiglia di Fabio Bartolomeo, direttore generale di statistica del Ministero della Giustizia, e altri amici. La fattura, di 13.122 euro, risulterebbe scontata di quasi 3.500 euro: per Alfano e per Bartolomeo si tratterebbe di uno sconto del trenta per cento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    28 Giugno 2013 - 18:06

    Il PDL é pieno di scrocconi, più dei suoi rivali.

    Report

    Rispondi

  • Pinkalikoi

    07 Giugno 2013 - 16:04

    Disperante l'immaturità del popolo italiano. Alla notizia che alcuni parlamentari della propria parte possano essersi comportati da scrocconi, invece di indignarsi e reclamarne le dimissioni rispondono: "Embeh! Anche dall'altra parte avranno fatto lo stesso". Per queste basse cialtronerie indigniamoci e invochiamo dimissioni indipendentemente dal colore di appartenenza, e questo per un elementare senso del bene comune.

    Report

    Rispondi

  • blu521

    07 Giugno 2013 - 14:02

    Aspettiamo fiduciosi che il giornalismo d'inchiesta di libero ci dia i nomi dei pd che fanno le vacanze a scrocco con le società dei mafiosi. Attenzione però: quelli hanno la querela facile. Bananas che lavora in nero!

    Report

    Rispondi

  • eovero

    07 Giugno 2013 - 12:12

    ma in ferie si portano anche la scorta??

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog