Cerca

Ischia, operazione del Noe

Cinque arresti e 70 indagati

Ischia, operazione del Noe

A Ischia la gestione delle acque nere è finita nel mirino dei Carabinieri del Noe. Cinque persone agli arresti domiciliari, tre sottoposte ad obbligo di firma e circa 70 indagate con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata ad attività illecita in materia di rifiuti, frode in pubbliche forniture e falso ideologico. L’inchiesta ha travolto per primi gli appartenenti alla società “Aragona servizi ecologia” che ha in sub-appalto la gestione e lo smaltimento delle acque nere dal consorzio pubblico Evi.Lucia Pesce, socio amministratore della società “Aragona servizi Ecologia”, Vincenzo Pesce, operaio della stessa azienda, Giuseppe Pesce, socio accomandatario della società “Uniterra”, Carolina Migliozzi, responsabile tecnico della società “Aragona servizi Ecologia” e Giuseppe Di Lauro, chimico esterno della società “Aragona servizi Ecologia”: sono le cinque persone poste agli arresti domiciliari dai carabinieri del Noe di Napoli, coordinati dal capitano Sirignano, comandante del Noe di Napoli e dai militari della compagnia di Ischia coordinati dal tenente Pierangelo Iannicca. Per altre tre persone è scattato l'obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog