Cerca

Le offerte vacanziere

Le offerte degli stabilimenti per combattere la crisi

Le offerte degli stabilimenti per combattere la crisi

Quest’estate molti italiani dovranno rinunciare alle ferie per mancanza di soldi. La crisi, oltre ad abbassare le saracinesche dei negozi, svuota le spiagge. E così gli operatori si difendono come possono. Sui lungomare del nostro Paese si moltiplicano le offerte, i proprietari degli stabilimenti balneari si industriano come possono per cercare di riempire le casse. C’è chi offre l’ombrellone “part time”, che viene usato da più famiglie durante il giorno, chi riccorre al solito due per te declinando lo sconto in chiave balenare (paghi due lettini ne prendi tre) e chi si è inventato la cabina in condominio, e chi ha introdotto l’ingresso a tempo (dieci ore da usare in tutta la settimana). C’è anche chi offre il “soddisfatti o rimborsati”, cioè promette di rimborsare il costo di sdraio e ombrellone se dovesse abbattersi un acquazzone improvviso. 

Il risparmio - Un bagno di Viareggio dà la possibilità ai clienti di prenotoare il venerdì e il sabato e offre la domenica gratis mentre la tariffa per l’ombrellone con tre sdraio è di tre euro a testa. Sul litorale pisano c’è chi cerca di conquistare i clienti over 65 offrendo ombrelloni gratis dal lunedì al venerdì. Federconsumatori ha stimato un risparmio del 5% per le sdraio, dell’un per cento per la cabina e del due per cento per l’ombrellone. Il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, ha spiegato a Repubblica “che si tratta di offerte in grado di far risparmiare ai bagnanti fino al 50%: le tariffe restano stabili mentre a far cambiare le cose sono le promozioni". Ecco,quanto si risparmia grazie alle offerte rispetto allo scorso anno: ombrellone meno due per cento, sdraio meno cinque per cento, abbonamento mensile comprensivo di ombrellone, lettino e sdraio meno due oer cento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • silvano45

    16 Giugno 2013 - 12:12

    Sicuramente e come dice l'articolo ma tutti questi operatori dal passaggio dalla lira all'euro ne hanno approfittato e hanno continuato a farlo dando spesso in cambio servizi vergognosi.Forse è meglio spendere 30 euro prendere un aereo e sedersi in una spiaggia libera e pulita e civile della spagna o della francia non è vero?

    Report

    Rispondi

blog