Cerca

L'annuncio

Il Papa: Wojtyla e Roncalli
diventeranno santi

Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII

Papa Francesco ha firmato oggi i decreti per la canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II che saranno proclamati santi entrambi. Francesco infatti, ha comunicato il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi, "ha approvato il miracolo, attribuito all’intercessione del Beato Giovanni Paolo II (Karol Wojtyla), Sommo Pontefice; nato a Wadowice (Polonia) il 18 maggio 1920 e morto a Roma il 2 aprile 2005; ha approvato, infine, i voti favorevoli della Sessione Ordinaria dei Padri Cardinali e Vescovi circa la canonizzazione del Beato Giovanni XXIII (Angelo Giuseppe Roncalli) e ha deciso di convocare un Concistoro, che riguarderà anche la canonizzazione del Beato Giovanni Paolo II. 

Giovanni Paolo II Il miracolo attribuito a Giovanni Paolo II riguarda la guarigione di una signora del Costa Rica, Floribhet Mora. Come è ormai noto, l’episodio inspiegabile per la scienza avvenne la sera stessa del primo maggio 2011, il giorno nel quale Giovanni Paolo II fu proclamato Beato. Proprio quel giorno, infatti, una donna irrimediabilmente malata lo pregò e fu guarita. La signora era stata colpita da una grave lesione cerebrale. Grazie all’intercessione del Beato Giovanni Paolo II l'intera famiglia della donna avrebbe ritrovato la fede: quasi un doppio miracolo. Tanto che in Vaticano si parla dell’episodio come di qualcosa che non appena sarà conosciuto nei dettagli stupirà il mondo, un evento davvero prodigioso. 


Roncalli - Quanto alla dispensa concessa a Giovanni XXIII, per il quale "non c'è un decreto sul miracolo",  Lombardi ha sottolineato che "c'è una volontà presentata dalla congregazione delle Cause dei santi, e accolta dal Papa, di arrivare alla canonizzazione anche senza un secondo miracolo, una procedura semplificata che però arriva in porto secondo la volontà del Papa". Il Pontefice, infatti, "ha il potere dal dispensare una causa dal secondo miracolo".   Papa Giovanni stesso, nel 1960, ricorse a questa facoltà canonizzando un santo a lui caro, Gregorio Barbarigo che era stato vescovo della sua Bergamo alla fine del '600. Secondo il postulatore della causa, il francescano fra Giovangiuseppe Califano, la decisione "è il segno che il ricordo di Papa Giovanni è sempre vivo in tutto il mondo. Anche se non viaggiò mai Oltreoceano, sappiamo che spesso inviò radiomessaggi ai Paesi dell’America Latina, si interessò dei problemi di quelle genti grazie anche ai missionari e alle nunziature. E poi sicuramente ci furono contatti con la presidenza degli Stati Uniti, testimoniata anche dal fatto che Giovanni ricevette fra gli altri la moglie di Kennedy, Jacqueline, e il presidente Lyndon Johnson. Torniamo al miracolo atteso dal Beato Papa Giovanni". Inoltre di miracoli Giovanni XXIII ne ha fatti moltissimi (oltre a quello riconosciuto, che salvò la vita, il 25 maggio 1966 a suor Caterina Capitani guarita inspiegabilmente dalle conseguenze di una grave emorragia, avvenuta dopo che, oltre un anno prima, era stata sottoposta ad una resezione gastrica quasi totale). A Sotto il Monte, ad esempio, c'è una stanza della casa natale di Angelo Giuseppe Roncalli dove i Padri del Pime custodiscono centinaia di fiocchi rosa e azzurri. Sono anche questi ex voto lasciati da genitori che ringraziano il Papa per aver ottenuto la grazia di aver avuto un figlio. E magari si tratta di casi di madri sterili o comunque di fatti che andrebbero analizzati. Anche qui ci può essere stato il miracolo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • magoprofSilva

    06 Luglio 2013 - 14:02

    Quando nella societa' si parla di miracoli, la gente intelligente ci scherza sopra, mentre la chiesa cattolica sforna miracoli mai avvenuti a destra e a manca e non si rende conto dell'assurdita', del ridicolo della stupidita', e' mai possibile che siamo nel terzo millennio e abbiamo ancora papi che prendono per i fondelli i fedeli? Purtroppo se non ci fossero i fessi , non potrebbero vivere i furbi

    Report

    Rispondi

  • perfido

    05 Luglio 2013 - 22:10

    è bello sentir dire di essere, dopo sei anni dall'operazione al cuore, in perfetta forma. Non fa altrettanto piacere sapere che Mick Jagger, rimbombava con quella sua bellissima canzone "Simpaty for Devil" nella Tua mente, perché fa dubitare di aver lasciato qualche "segno", almeno da quanto si evince dal commento. Comunque sia, auguri di ogni bene.

    Report

    Rispondi

  • Aprile2016

    05 Luglio 2013 - 15:03

    ***Uno è Sacrosanto e vabbè! L'altro non riesco a digerirlo. Non vorrei così arrogarmi il diritto di pensare: "ma nei tempi dei tempi, chi facevano Santo?". Posso capire Sant'Agostino, San Francesco, Santa Caterina e simili. Ma che uno possa diventare Santo perché una individua afferma di essere guarita dal tumore sognando un Papa...Io ad esempio sono stato operato nel 2007 al cuore per un Emangioma Cavernoso e dato per spacciato, massimo tre mesi di vita, passati sei anni sono qui in perfetta forma. Fui operato al Monzino-Mi, conservo la diagnosi del Primario Prof Spagg...dello IEO). Sognavo tutte le notti Mick Jagger dei Rolling Stones e mi rimbombava sempre nella mente quella bellissima canzone "Simpaty for Devil". Facciamo Santo anche a lui? In fondo non sarebbe male.*

    Report

    Rispondi

  • spalella

    05 Luglio 2013 - 15:03

    idem come sopra, per chi è tanto tonto da crederci.

    Report

    Rispondi

blog