Cerca

Le Sentinelle

Trieste, il comune crea le Sentinelle per vigilare sul territorio: finanziate con i soldi della Regione

1
Trieste, il comune crea le Sentinelle per vigilare sul territorio: finanziate con i soldi della Regione

A Trieste sta per nascere un nuovo corpo di vigilanza, fatto da cittadini pagati dal Comune che aiuteranno le forze dell'ordine a pattugliare il territorio. Le cosiddette "sentinelle" di Trieste saranno fino 80 persone, come riporta il Corriere della sera, divisi in massimo tre gruppi che entreranno a regime nel 2018. Il loro compito sarà quello di percorrere tragitti predeterminati e, in collegamento con la polizia locale, dovranno segnalare ogni sospetto di reato. Per aderire alle Sentinelle è richiesta la fedina penale più immacolata possibile, soprattutto da reati puniti dalla legge Mancino, meglio poi se si hanno trascorsi in polizia o carabinieri.

L'iniziativa del sindaco di centrodestra Roberto Dipiazza godrà anche di un finanziamento pubblico, concesso addirittura dalla Regione. Sì, proprio quella governata da Debora Serracchiani, la pasionaria del Pd, che ha voluto mantenere un'idea creata dal suo predecessore, il forzista Renzo Tondo, confermando anche il finanziamento. Così a Trieste arriveranno circa 12mila euro, utili per il vestiario e l'assicurazione alle Sentinelle.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Garrotato

    18 Luglio 2017 - 08:08

    Queste iniziative para-legali, ronde, sentinelle eccetera sono stupidaggini. Se c'è bisogno di una presenza più forte della mano pubblica, si rafforzino, estendendone i poteri, le forze istituzionali. Due effettivi in più servono più che dieci sentinelle senza potere di intervento, specialmente se sono gestite direttamente dal Ministero dell'Interno e sottratte all'arbitrio dei magistrati.

    Report

    Rispondi

media