Cerca

Rivoluzione in famiglia

Figli nati fuori dal matrimonio
avranno gli stessi diritti

Il governo pronto a dare il via libera alla legge approvata in Parlamento

Figli nati fuori dal matrimonio
avranno gli stessi diritti

Sarà all’attenzione del governo al  prossimo Consiglio dei ministri il provvedimento del governo di   attuazione della legge delega approvata dal Parlamento nel 2012 sulla   parificazione tra figli legittimi e figli nati fuori dal matrimonio.  “E' una cosa ormai nella coscienza collettiva. Il provvedimento  riguarda aspetti regolamentari e patrimoniali”, ha detto a Radio24 il  ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri. Un bambino su quattro è nato fuori dal matrimonio

Pari diritti - Il decreto legislativo, proposto dal presidente del Consiglio e   dai ministri dell’Interno, della Giustizia, del Lavoro e delle   politiche sociali, di concerto con il ministro dell’Economia, sancirà  il principio dell’'unicita” dello stato di figlio, senza più alcuna   distinzione tra figli legittimi e naturali. La filiazione fuori dal   matrimonio avrà gli stessi effetti successori, ai fini dell’eredità,  nei confronti di tutti i parenti e non solo dei genitori. Inoltre, è   prevista la sostituzione della nozione di potestà genitoriale con   quella di responsabilità genitoriale, oltre alla modifica delle   disposizioni di diritto internazionale privato, con la previsione di   norme di applicazione, in attuazione del principio di parità tra   figli legittimi e naturali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Logmain

    10 Luglio 2013 - 18:06

    senza capirli. Ciò gli basta per esprimere critiche basate sul nulla.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    10 Luglio 2013 - 17:05

    2013..Se aspettavano un altro po' entravamo nella fantascenza...Che paese di cavernicoli!

    Report

    Rispondi

  • fossog

    10 Luglio 2013 - 15:03

    superstizioni, dogmi inventati da ignoranti nei secoli bui della grande ignoranza, ecco le linee guida del marciume mentale dei preti. Sacrificare la libertà ed il diritto dei bambini negando loro l'ovvia protezione e responsabilità di genitori non sposati, solo per bestiali dogmi culturalmente morti. Un pò alla volta, con fatica certo, ma la bestialità vaticana la stiamo distruggendo, ed era davvero ora.

    Report

    Rispondi

  • cavallotrotto

    10 Luglio 2013 - 15:03

    o la signora si sbronzava quando nel 1975 con il nuovo diritto di famiglia è stato sancito l'eguaglianza fra figli legittimi e nati fuori del matrimonio , o la signora era a fare spese con i nostri soldi. cancellieri , per favore non dica le solite stronzate tanto per giustificare la sua altezza , dove manca l'aria .

    Report

    Rispondi

blog