Cerca

Sei milioni di allergici al sole

per le vacanze e l'ozono

Sei milioni di allergici al sole

Un italiano su dieci, sei milioni in tutto, è allergico al sole. A rivelarlo sono i dati che verranno comunicati al prossimo congresso nazionale della Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle Malattie Sessualmente Trasmesse (SIDeMaST), in programma a Firenze dal dieci al tredici giugno. Il dato, come spiegano gli studi degli esperti, è il risultato dell’assottigliamento dello strato di ozono e del modo di passare le vacanze degli italiani: l’abitudine a trascorrere pochi giorni in paesi tropicali dove si fa una "scorpacciata" di sole limitata a due-tre giorni è uno dei principali motivi dell’insorgere di questa allergia. I sintomi sono evidenti: dopo pochi minuti al sole la pelle si arrossa e si riempie di vescicole. Il 15-20 per cento della popolazione ha avuto almeno un episodio di intolleranza al sole; nella metà dei casi però la fotodermatosi si ripresenta e diventa un problema serio. "Per prevenire la comparsa di questi fastidiosi sfoghi – spiegano gli esperti - è opportuno consumare molta frutta e verdura durante tutto l'anno e soprattutto in questa stagione"


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola.guastamacchiatin.it

    08 Giugno 2009 - 15:03

    Il Sone è fonte di vita; se non ci fosse stato,su questo pianeta,non ci sarebbe stata la vita ma,la sua distanza dal sole,dovrebbe insegnare qualcosa: è una distanza di tolleranza e3 di vita,se fosse stato più vicino,ci avrebbe uccisi tutti ed allora: poco fa bene,oltre fa male,rovina la pelle e fa nascere i tumori.

    Report

    Rispondi

blog