Cerca

Il caso

Morire, ma solo a giorni alterni:
la spending review a Verbania

La casse languono: i tagli si abbattono anche sui funerali. E così...

Morire, ma solo a giorni alterni:
la spending review a Verbania

Morire? Una brutta bestia. Ma quando capita, capita. Non ci sono giorni in cui la falce nera riposa. O meglio, non ci sono con una sola particolare eccezione: Verbania. Il Comune infatti, ossequioso ai dettami della spending review, ha deciso di tagliare anche sui cimiteri, limitando i giorni in cui è possibile officiare il funerale. A Verbania si può morire soltanto tre pomeriggi e due mattine a settimana. La riorganizzazione adottata dal Comune serve a impegnare il personale, che ormai è stato ridotto all'osso, senza dover fare altre assunzioni. Non ci sono soldi in cassa, e così ci si attrezza. Con buona pace di chi muore nel giorno sbagliato...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cavallotrotto

    25 Luglio 2013 - 09:09

    e se invece di fare i soliti funerali , con tanto fracasso di campane , alla fine la bara da pochi soldi venisse cremata con il defunto che ormai non c'è più ? si risparmia in funerale , e ti porti a casa il contenitore con la cenere , attenzione però , la cremazione viene fatta dopo il funerale , ovvero la benedizione della salma , una delle tante incongruenze della chiesa .

    Report

    Rispondi

blog