Cerca

Venezia

L'inchino choc della nave da crociera
Che sfiora piazza San Marco

2
L'inchino choc della nave da crociera
Che sfiora piazza San Marco

"Inchino" spaventoso di una nave da crociera arrivata a non più di venti metri da Riva Sette Martiri, a pochi passi da Piazza San Marco, a Venezia. A denunciarlo al sito Ansa.it è l'assessore Gianfranco Bettin. Che racconta: "Attorno alle 11 la Carnival Sunshine, delle Carnival Cruise Lines, (oltre 102mila tonnellate di stazza, lunga 272 metri e larga 35 e alta 62), una della grandi navi da crociera che quotidianamente in questa stagione partono o arrivano a Venezia, secondo le testimonianze che ci sono giunte, è passata a non più di una ventina di metri da Riva dei Sette Martiri". Forse, prosegue Bettin, "si è trattato di un errore di manovra, che tra l'altro ha stretto tra nave e riva un vaporetto pubblico e altre imbarcazioni". Ma insiste, bisogna sapere "quale sia la vera ragione di questo passaggio ravvicinato che più che un inchino, assomiglia a uno struscio molesto quanto rischioso". 

Guarda il video su LiberoTv

A testimoniare questo pericoloso inchino, il video girato dallo scrittore Roberto Ferrucci pubblicato su Youtube: "Ero seduto al bar a leggere, come faccio spesso, e ho visto 'scodare' la nave: anzichè passare al centro del canale ha sfiorato la riva, stringendo per di più pericolosamente un vaporetto dell'Actv. E' stato impressionante".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • primoguido

    28 Luglio 2013 - 16:04

    ...se non erro le navi da crociera entrano in laguna a motori spenti e trainate dai rimorchiatori. Non capisco l'assessore che si preoccupa dovrebbe chiedere al suo sindaco di conoscere gli interessi che derivano dal passaggio delle navi da crociera in laguna.

    Report

    Rispondi

  • sulin

    28 Luglio 2013 - 10:10

    Questo assessore le domande deve farsele davanti allo specchio. Chi ha dato il permesso a queste navi per passare li? E quanto prende il comune e/o chi di dovere per farcele passare? È la stessa cosa del disastro di Genova. Chi è stato quel volpino che ha messo una struttura così sensibile in quel posto senza una protezione? Insieme ai piloti e capitani che sbagliano, vanno condannati a pene durissime icoloro che non hanno previsto. Ma si sa questo in questo povero paese la colpa è sempre del "bayon".

    Report

    Rispondi

media