Cerca

Svezia, al Partito Pirata

un seggio alle Europee

Svezia, al Partito Pirata
Sembra incredibile ma, secondo i risultati provvisori, il partito pirata svedese è riuscito a guadagnarsi un seggio al parlamento europeo. I ‘pirati’, infatti, hanno raccolto il 7,1%, un risultato definito "fantastico" dal capolista Christian Engstrom, soprattutto se si pensa che alle elezioni politiche del gennaio scorso avevano ottenuto soltanto un misero 0,6% . Fondato nel 2006, il partito pirata, si batte per la riforma del diritto d'autore, l'abolizione del sistema dei brevetti e anche la diminuzione dei controlli sul web. La condanna al carcere, decisa dai giudici a metà aprile, di tre fondatori del sito di scambio di file "The Pirate Bay" ha ampiamente contribuito a fare uscire la formazione, anche se il sito web e il partito hanno in comune soltanto il nome. Il suo leader, Rick Falkvinge, è convinto che la nuova legislazione svedese che autorizza per esempio i titolari dei diritti d'autore a tracciare gli indirizzi IP dei presunti responsabili del download illegale, spieghi l'improvvisa popolarità del suo partito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog