Cerca

Varese

Trenta secondi di violenza folle:
donna massacrata a calci e pugni
Uccisa nella sua gioielleria

Saronno, l'omicidio in una gioielleria. Le telecamere di sicurezza riprendono tutto

Il corpo della commerciante portato via dal negozio

Il corpo della commerciante portato via dal negozio

Una donna, 62 anni, Maria Angela Patrizia Granomelli, è stata uccisa sabato pomeriggio nel suo negozio di bigiotteria a Saronno, in provincia di Varese. Secondo le prime ricostruzioni si è trattata di una rapina: Granomelli, titolare del negozio Il dono di Tiffany, è morta per i calci e i pugni ricevuti da un uomo. L'omicida, dopo la furiosa aggressione, è fuggito dal retro del negozio portando con sè alcuni gioielli, un bottino ritenuto dagli inquirenti "non ingente".

Il filmato - L'aggressione, durata solo una trentina di secondi, è stata ripresa dalle telecamere di videosorveglianza installate nel negozio, nel pieno centro della cittadina: verso le 16.20 un uomo, vestito con pantaloncini corti quadri e una maglietta, per circa tre quarti d'ora si è fatto mostrare collane e braccialetti con un atteggiamento definito dagli investigatori "tranquillo e rilassato". Quindi, attorno alle 17, ha afferrato un astuccio rigido e ha colpito in testa la donna, che si era piegata, continuando poi a infierire con calci e pugni su tutto il corpo per una trentina di secondi con una violenza che è stata definita "incredibile".

La fuga - Dopo l'aggressione l'assassino si è trattenuto nella gioielleria fino alle 17.30, infilando alcuni gioielli nell'astuccio. Quindi è uscito da un ingresso sul retro del negozio facendo perdere le tracce. La porta d'ingresso, come accadeva sempre per ragioni di sicurezza, era stata chiusa a chiave e i passanti dall'esterno non si sono accorti di nulla. L'allarme è stato dato dal figlio della donna, che ha trovato il cadavere della madre in una pozza di sangue all'ora di cena. Le telecamere del negozio avrebbero ripreso il volto dell'assassino. Secondo i primi accertamenti non pare che la donna e l'omicida si conoscessero.

Saronno, Varese, Italia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • grooltor

    29 Agosto 2013 - 15:03

    Oggi (29/08/2013) hanno scoperto l'assassino, brutto demente di un satanasso, ed è di VARESE! Coglione! Prima di aprire quella fogna che hai al posto della bocca collega il cervello, la prossima volta! Ma tanto non ce l'hai un cervello, che te lo dico a fare!

    Report

    Rispondi

  • nebokid

    09 Agosto 2013 - 21:09

    Potrebbe essere pure un padano doc tipo Olindo da Erba, per la ferocia violenza già vista contro donne, bambini inermi e vecchi,oppure qualche conterraneo di belbelpietro o no?

    Report

    Rispondi

  • belbelpietro

    05 Agosto 2013 - 15:03

    ..... sicuramente sarà stato un pregiudicato meridionale. In libertà grazie alla compiacenza dei soliti giudici comunisti!

    Report

    Rispondi

  • grooltor

    05 Agosto 2013 - 14:02

    Tu sei proprio coglione, senza mezzi termini o giri di parole. Suicidati, che c'è crisi!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog