Cerca

Tragedia a Palinuro

Palinuro, avvocato annega per salvare i bagnanti

Giuseppe Paladino, 45 anni, si era tuffato per salvare alcuni turisti in mare nonostante la bandiera rossa

Il professionista lascia la moglie incinta e un bimbo di due anni. I funerali oggi a Sala Consilina, nel salernitano 
Palinuro, avvocato annega per salvare i bagnanti

Ha lasciato la moglie incinta e il suo bimbo di due anni a riva e si è tuffato. Non ha esitato un attimo Giuseppe Paladino, un avvocato di 45 anni, quando ha visto alcuni bagnanti in diificoltà. Ma Giuseppe non è mai tornato. E' successo a Palinuro, in provincia di Salerno, dove alcuni bagnanti si erano tuffati nonostante il mare mosso e la bandiere rosse esposte sulle spiaggia ad indicare una balneazione non sicura a causa delle forti correnti.Soccorso anche dai bagnini della spiaggia e dal personale della locale guardia costiera, giunta sul posto in pochi minuti, il gruppo era riuscito a recuperare la riva, proprio mentre Giuseppe Paladino, dopo aver aiutato uno dei giovani del gruppo a riprendere la terra ferma, veniva trascinato al largo dalla forte corrente. Intercettato da uno dei soccorritori e riportato sulla battigia, le condizioni di Paladino sono apparse subito disperate. Soccorso da un medico presente sulla spiaggia e dai sanitari del 118 giunti a 'Saline', l'uomo è poi deceduto presso l'ospedale di Vallo della Lucania a causa di un arresto cardiorespiratorio. Sulla vicenda sono in corso indagini da parte dei carabinieri della Compagnia di Sapri, giunti prontamente sul luogo della tragedia. Tra gli obiettivi dei carabinieri, chiarire la dinamica esatta dell'accaduto. I funerali si svolgeranno oggi, luned'ì 12 agosto, a Sala Consilina. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lucy

    12 Agosto 2013 - 16:04

    a chi si tuffa cn divieto di balneazione, nn si puo mettere a repantaglio la vita di altri per venirvi a salvare il culo!

    Report

    Rispondi

blog