Cerca

Svolta "leghista"?

Kyenge: "Rischio immigrazione dall'Egitto, ma quei profughi non sono solo nostri"

Il ministro dell'Integrazione lancia l'allarme-esodo per il caos del Cairo: "Emergenza umanitaria, intervenga l'Europa". Non erano gli stessi argomenti di Pdl e Carroccio?

Cécile Kyenge

Cécile Kyenge

Con l'aumento delle violenze in Egitto ci sarà un'impennata di nuove migrazioni. Per trovare una soluzione non basta la riunione degli ambasciatori ma serve che l'Europa assuma una "responsabilità politica". Così, intervistato dal Mattino, il ministro della Difesa Mario Mauro lancia il nuovo allarme immigrazione. E, sorpresa, il ministro dell'Integrazione Cècile Kyenge coglie la palla al balzo. "Quei profughi non solo nostri - tuona dalle colonne di Quotidiano Nazionale -. Nell'ultimo anno sono arrivati in Italia 24mila migranti, un terzo dei quali solo negli ultimi 40 giorni. Dopo quelle in Libia e in Siria, le violenze in Egitto spingeranno molte persone a scappare alla ricerca di un futuro". E dunque, come fare? "E' necessario rivedere le procedure fissate dalla Convenzione di Dublino in base alle quali si può chiedere asilo solo nel Paese dove si è sbarcati. Occorre dare attuazione alla direttiva europea del 2011 che stabilisce che quando ci sono emergenze umanitarie è l'Europa e non i singoli stati a ricevere i profughi". Posizione saggia e pragmatica. E, sulla questione, decisamente affine a quanto predicato per anni dal centrodestra, Lega compresa, e per questo tacciato dalla sinistra di "insensibilità". Per questo la posizione della Kyenge è in qualche modo sorprendente. Resta da capire se rimarranno più sorpresi e spiazzati a sinistra oppure dalle parti del Carroccio, che con il ministro di origine congolese ha trascorso un'estate come minimo turbolenta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • RANMA

    30 Agosto 2013 - 11:11

    a questo trombato cerebrale bisognerebbe chiedere i danni morali e materiali!!!

    Report

    Rispondi

  • grooltor

    23 Agosto 2013 - 10:10

    Ti sorprende che i politici PDL stiano in silenzio? Beh, per quanto siano delle totali nullità, evidentemente sono meno fascisti di uno come te.

    Report

    Rispondi

  • clod46

    20 Agosto 2013 - 13:01

    Vorrei ricordare a questa signora, che l'Europa è un pugno di terra rispetto all'africa e all'asia, e poiché in questi continenti le lotte e le guerre si susseguono da sempre, e certamente non cesseranno a breve, secondo la ministra noi dovremo accogliere in eterno rifugiati cosiddetti politici? Speriamo che il governo Letta cada presto così ci togliamo dalle p..la questa rompicoglioni.

    Report

    Rispondi

  • raucher

    19 Agosto 2013 - 11:11

    Perchè , i "profughi" tunisini , invece , non furono rifiutati da tutti , Francia in primis , che li aspettava ai valichi per rispedirceli indietro? Ora dove sono , stanno a ciondolare per strada a fare i pusher e pisciare sui muri delle case.A proposito , nessuno del governo fiata per lo stillicidio quotidiano degli sbarchi in Sicilia.Grillini compresi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog