Cerca

L'emergenza secondo il Pd

I renziani rottamano tutto
ma non il vecchio Monopoly
Nomi delle vie non devono cambiare

La Hasbro vuole cambiare il gioco, sostituendo le proprietà immobiliari, con le speculazioni in borsa. E loro scrivono all'ambasciatore Usa

I renziani rottamano tutto
ma non il vecchio Monopoly
Nomi delle vie non devono cambiare

Non più Parco della Vittoria e Vicolo Stretto, ma tutt'al più Wall Street e Piazza Affari. Il monopoli, celebre gioco da tavolo di intere generazioni, cambia linea e passa dagli investimenti immobiliari alle speculazioni in borsa. E i deputati Pd non ci stanno. I 7 combattenti hanno infatti impugnato carta e penna e scritto all'ambasciatore Usa in Italia, John R. Philips, per chiedergli un intervento da Washington. Colpevole della "rivoluzione culturale" è infatti l'azienda statunitentse Hasbro, che starebbe per lanciare la nuova versione del gioco. Con caselle dedicate a brand e marchi: ci saranno società come eBay, Samsung, Yahoo e McDonald's, con tanto di quote e investimenti.

La missiva - Nella lettera inviata in tutta fretta dagli onorevoli, per la maggior parte renziani, si legge: "In questi giorni, contraddicendo la chiave etica del presidente Obama, l'azienda statunitense Hasbro starebbe per lanciare la nuova versione dello storico gioco da tavolo 'Monopoli'. Stavolta però le tradizionali proprietà immobiliari sono sostituite da pacchetti azionari di grandi multinazionali. Si passa dall'acquisto di immobili alla speculazione in Borsa e inoltre, novità decisamente preoccupante, sarebbe stata abolita la casella della 'prigione'". A firmare la raccomandata  Michele Anzaldi, Marina Berlinghieri, Matteo Biffoni, Luigi Bobba, Lorenza Bonaccorsi, Federico Gelli ed Ernesto Magorno. "Mentre la Casa Bianca, con realismo e saggezza, pone l'accento contro le frodi dei titoli e gli abusi degli strumenti finanziari, il 'Monopoly', torna a esaltare la turbo economia che ha aperto la crisi finanziaria 2008, con il messaggio diseducativo che, in caso di violazione delle regole, non si viene neanche puniti. Contrariamente a quanto accade in realtà negli Usa dove l'illecito in borsa è punito anche con il carcere", hanno ricordato i parlamentari del Pd. Chi sa se oltreoceano l'emergenza sarà presa nella giusta considerazione. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ioferdy

    23 Agosto 2013 - 13:01

    Il titolo stesso del gioco è un reato, monopolio, antitrust, abuso di posizione dominante, ecc ecc perché non cambiare anche quello, da "Monopoli" a "Monopoli di stato", visto che lo stato po'. E perché non rendere illegale il "Risiko" che istiga alla conquista del mondo? Forse Re Giorgio giovava a quello da piccolo

    Report

    Rispondi

  • primus

    23 Agosto 2013 - 12:12

    Questi sinistri del pd diventano sempre più coglioni, ora dopo avere individuato il male assolto della delinquenza di tutti i generi immaginabili in Berlusconi, se la prendono con il Monopoli per la possibile creazioni di capitalisti virtuali, ma quello che più fa ridere. la famosa scheda di "vai in prigione", ma si può essere più coglioni e buffoni di così, e questi si candidano per condurre l'Italia ?....nuovamente coglioni e buffoni !

    Report

    Rispondi

  • gattomatto

    23 Agosto 2013 - 11:11

    Selezionare mignotte

    Report

    Rispondi

  • rozanu

    23 Agosto 2013 - 08:08

    ...non potrebbero più imporre IMU-patrimoniale

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog