Cerca

Inchiesta Fonsai

Ligresti, Giulia rifiuta il cibo
disposta una perizia medica

A suo favore il blog di Beppe Grillo: in cella nonostante le sue condizioni di salute siano state dichiarati incompatabili con la detenzione

Giulia Ligresti

Giulia Ligresti, in carcere dal 17 luglio per l'inchiesta Fonsai, rifiuta il cibo da giorni. La Procura di Torino ha disposto una perizia medica che dovrà accertare le sue condizioni di   salute: la donna infatti, si era appreso nei giorni scorsi, sarebbe  profondamente provata dalla detenzione e avrebbe iniziato a rifiutare   il cibo. Il procuratore aggiunto Vittorio Nessi, titolare   dell’inchiesta insieme al sostituto Marco Gianoglio, tornerà nel   carcere di Vercelli dove la donna è detenuta per un nuovo   interrogatorio. E’ prevista invece per inizio settembre l’udienza   sulla richiesta di patteggiamento della pena. In difesa di Giulia Ligresti. Il blog di Beppe Grilloun lungo articolo dell’imprenditore e giornalista Marco Di Gregorio in cui si punta il dito contro l’ipocrisia di stampa, magistratura e organi che sulla carta dovrebbero essere di controllo.   "Possiamo festeggiare. In questa calda estate la giustizia Italiana ha trovato il colpevole, anzi, la colpevole, di 50 anni di ruberie della grande impresa nostrana. Si chiama Giulia Ligresti, in carcere nonostante gli operatori abbiano dichiarato le sue condizioni di salute incompatibili con la detenzione e, soprattutto, nonostante abbia richiesto il patteggiamento. Cioè l'ammissione di responsabilità", ha ricordato. 

La difesa -  "Lo scandalo è che tutto ciò di cui Giulia Ligresti è accusata è stato - ed è - pratica regolare nelle grandi imprese quotate Italiane. Figli, amici dei figli e amici degli amici, nominati con stipendi milionari nei cda delle aziende di piazza Affari. E tutto ciò senza che nessuno, giornali, politici, istituti di vigilanza trovasse qualcosa da ridire sul fatto che una giovane donna, che si occupava di borse (quelle a tracolla) e di beneficenza, ricevesse uno stipendio multimilionario in virtù del fatto di essere la figlia del principale azionista", ha ricordato Di Gregori sul blog di Grillo.   "Tutti dicono che questa crisi è dovuta all’assenza di regole, di un mercato lasciato solo a fare e a disfare. La verità è che le regole esistono, anche troppe. A essere assenti sono coloro che le regole dovrebbero farle rispettare, su tutti giornalisti e giudici. Perchè che i politici e i finanzieri Italiani rubino non è una notizia. La notizia è quando i giornalisti e i giudici li scoprono", ha concluso. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • afadri

    28 Agosto 2013 - 22:10

    Certo che lei abituata a caviale e champagne...altro che perdere peso.

    Report

    Rispondi

  • ceruzzo

    24 Agosto 2013 - 09:09

    Più che medico cambierei lo chef.

    Report

    Rispondi

  • sparviero

    23 Agosto 2013 - 22:10

    Rubate più che potete e vedrete che anche voi dopo l'arresto riuscirete ad avere un fisico invidiabile.

    Report

    Rispondi

  • thorglobal

    23 Agosto 2013 - 19:07

    Non vuole mangiare? Bene.Per prima cosa restituisca i soldi sottratti,con tanto di interessi,ai piccoli risparmiatori azionisti.troppo comodo fare una vita da nababbi sulle spalle dei risparmiatori.La chiave della cella andrebbe gettata.Sarebbe un monito per tanti altri volponi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog