Cerca

Arresto

Svolta nel delitto di Saronno, l'assassino della gioielliera si confessa

Dopo l'aggressione era scappato dal retro del negozio. Individuato dalla telecamera di sorveglianza, oggi ha un volto

Omicidio di Saronno

Omicidio di Saronno

Arrestato dai carabinieri nella notte il killer di Maria Angela Granomelli, la titolare della gioielleria di Saronno, in provincia di Varese, uccisa lo scorso 3 agosto. Si chiama Alex Maggio,  ha 32 anni, disoccupato con piccoli precedenti penali. E' stato fermato grazie a una segnalazione, e portato nel carcere di Busto Arsizio. Nei primi interrogatori l'uomo avrebbe ammesso di aver ucciso la donna, ma non volontariamente: "Sono entrato per una rapina, non volevo ucciderla ma poi ho perso la testa". Ma anche dopo la confessione del presunto omicida della negoziante di Saronno, il lavoro investigativo non è ancora concluso. Gli esperti del Ris dei Carabinieri di Parma procederanno infatti alla comparazione del Dna individuato nei reperti raccolti nel negozio dove è avvenuto l'omicidio.  

La taglia "Siamo pronti a mantenere la nostra promessa. La taglia da 50mila euro sarà consegnata alla persona che, grazie alla sua segnalazione, ha permesso di stringere il cerchio sull'assassino di Maria Angela". Lo annuncia il titolare della catena di compravendita oro usato che aveva posto una taglia sulla testa dell'assassino e che da ieri aveva mandato in giro otto "autocarri vela", con riprodotti tre dei cinque fotogrammi dell'omicida diffusi dalla Procura di Busto. "Pagheremo quanto dovuto a chi documenterà senza dubbi di aver dato il contributo determinante alla cattura dell'assassino", spiega il commerciante. 

Il sindaco - ''E' la fine di un incubo per tutti i saronnesi, tiriamo un sospiro di sollievo e ora speriamo che possa tornare la serenità in città''. Lo ha detto il sindaco di Saronno, Luciano Porro, appena saputo della confessione dell'assassino di Maria Angela. ''La nostra solidarietà va alla famiglia delle vittima - ha proseguito - e vogliamo ringraziare i carabinieri e tutti gli investigatori che hanno svolto il proprio lavoro in silenzio e con competenza, al di là degli isterismi sulla sicurezza e degli sciacallaggi come l'iniziativa della taglia''.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sebin6

    30 Agosto 2013 - 11:11

    hai ragione; gli extracomunitari terroni come dici tu, sono gente cattiva e violenta e provano un piacere immenso a incul*re i leghisti e i razzisti. Perciò stai attento a non farti individuare.

    Report

    Rispondi

  • ludvig53

    30 Agosto 2013 - 08:08

    sicuramente,finchè ci saranno in italia gente come pannella (che sono convinto che i suoi digiuni si limitano al giorno....ma di notte...) ,e bonino oppure veronesi che dichiara che 10 anni di carcere sono sufficienti per qualsiasi reato...

    Report

    Rispondi

  • ludvig53

    30 Agosto 2013 - 08:08

    alex maggio è di varese come la kienghe è italiana.

    Report

    Rispondi

  • ludvig53

    30 Agosto 2013 - 08:08

    "mi rendo conto che un reato diventa più odioso se è commesso da un immigrato" caro larussa,hai appena dimostrato di essere razzista. comunque prova a dividere la popolazione italiana (non metterci le varie kienghe dal momento che è arrivata da clandestina e gli altri che hanno ottenuto la cittadinanza nello stesso modo) con i reati commessi da loro,poi quantifica gli immigrati in italia e fai anche qui la percentuale dei reati commessi da loro. caro larussa,in italia abbiamo parecchi delinquenti italiani che aspettano i disperati delle barche per metterli sulle strade a delinquere (prostituzione,spaccio,ecc, )non fare come la boldrini e buonisti vari che aiutano i più "fortunati" che hanno i soldi per pagare gli scafisti e si dimenticano di quelli più poveri che rimangono al loro paese,una volta arrivati in italia la carissima boldrini dovrebbe dimostrare pubblicamente come ha contribuito all'integrazione di tutti gli immigrati salvati dale acque. riguardo al turismo poi..

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog