Cerca

Il brutale pestaggio

Roma, la zingarella dell'aggressione a colpi di smartphone in metropolitana a Roma? Già libera e a rubare

9
Roma, la zingarella dell'aggressione a colpi di smartphone in metropolitana a Roma? Già libera e a rubare

Soltanto pochi giorni fa, l'Italia era rimasta sconvolta dalla vicenda dell'anziana di 64 anni che, a Roma, era stata sfigurata a colpi di smartphone in faccia da una zingarella di nove anni dopo un tentativo di furto fallito in metropolitana. Le foto del volto della donna, pieno di ecchimosi e segnacci, parlano chiaro. E anche il braccio e la mano destra riportano i segni della violenza brutale. Ma, paradossalmente, il dolore più grande è arrivato soltanto oggi. E a darlo, alla signora, è la giustizia italiana. Già, perché la zingarella è già a piede libero: l'ordinamento giuridico, infatti, stabilisce l'esclusione piena e assoluta dell'imputabilità per il minore di 14 anni, che dunque non può essere né giudicato né punito.

Ma non è tutto. Il peggio lo dovete ancora leggere. La rom è stata affidata a una struttura di accoglienza, dalla quale è immediatamente fuggita, dopo appena pochi minuti. E - toh che caso - la zingarella è stata avvistata proprio nel luogo dove mercoledì scorso, il 12 luglio, si era consumata l'aggressione. Era sulla linea A della metro capitolina, sulla banchina della fermata Barberini, pronta a tentare altri scippi. Lo conferma un operatore della linea A a Il Giornale, un operatore che però sceglie l'anonimato temendo ritorsioni: "Se ti fai un giro sulla banchina - spiega - capace che la incontri". E se si dovesse consumare un nuovo furto o una nuova aggressione, aggiunge, "noi abbiamo le mani legate, è una minore, se la sfioriamo ci becchiamo una denuncia e perdiamo il posto di lavoro".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • patriziabellini

    20 Luglio 2017 - 08:08

    Una spintarella sarebbe la soluzione definitiva.

    Report

    Rispondi

  • cecco61

    20 Luglio 2017 - 08:08

    Notizia scontata quanto inutile. Non dimentichiamo che tutti i minorenni, qualunque cosa facciano, per il buonismo collettivo, anche di questo giornale, sono sempre "vittime", di adulti, della società, del consumismo o di Topolino, ma sempre "vittime". Questa ne è la logica conseguenza fino a che non accetteremo che vengano trattati in base ai comportamenti e non all'età.

    Report

    Rispondi

  • gianni modena

    20 Luglio 2017 - 08:08

    che leggi ?? Italia colabrodo senza leggi e senza giustizia . si prendono e si portano tutti in romaniacon le buone o le cattive . l'italia non e' e non puoessere il ricettacolo di tutti i disonesti ee i poveri e addosso alle navi delle ONG .

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media