Cerca

Clandestino ruba furgone

e uccide un ragazzo

Clandestino ruba furgone
Roma - Ancora sangue sulle strade di Roma, ma questa volta non si tratta di un banale incidente: è omicidio colposo. Un fugone modello “Fiat Scudo”, guidato da un 23enne moldavo che lo aveva rubato circa venti giorni prima,  ha travolto un'auto, una Citroen C3, con a bordo tre giovani tutti poco più che ventenni. Uno di loro, Rocco Trivigno, 20 anni, è morto subito dopo il ricovero all’ospedale Sandro Pertini. Gli altri due, Valentina Trivigno, 22 anni, sorella della vittima, e il suo fidanzato Nicola Telasca, sono ricoverati in gravi condizioni al Policlinico Umberto I di Roma. I giovani provenivano dal quartiere Montesacro e nell’impatto sono finiti contro un palo. L' impatto violento ha ridotto la macchina dei tre ragazzi in un ammasso di lamiere, tanto che per estrarli è stato necessario un lungo intervento dei vigili del fuoco.
L’omicida, che  aveva precedenti penali per reati contro il patrimonio ed era già destinatario di un decreto di espulsione, correva a tutta velocità  tentando di fuggire  a un inseguimento della polizia in viale Liegi. Gli avevano intimato l’alt ma lui non si era fermato, aveva premuto il piede su quel dannato acceleratore e si era dato alla fuga, fino a travolgere, all'incrocio tra via Nomentana e viale Regina Margherita, l'auto con a bordo i tre ragazzi. Dopo l’incidente il moldavo, che con se non aveva documenti,  ha tentato di fuggire a piedi ma è stato catturato ed arrestato dalla polizia.
All’incrocio in cui ha perso la vita Rocco Trivigno lo scorso 22 maggio è avvenuto un altro drammatico incidente, costato la vita a Flaminia Giordani e Alessio giuliani, i due fidanzati romani che, a bordo del loro scooter, furono travolti e uccisi da un pirata della strada, Stefano Lucidi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog