Cerca

Spese pazze

De Magistris spende 300 mila euro
per "schedare" gli alberi

La Giunta partenopea ha approvato un bando di gara per schedare le piante

Luigi De Magistris

Luigi De Magistris

Giggino De Magistris quando deve fare una cosa la fa in grande, o niente. E così, sdegnato dalla morte di una donna uccisa da un pino caduto al Vomero, ha dato il via libera al più grande screening sulla salute degli alberi di Napoli. Una schedatura mai fatta finora che, negli obiettivi del sindaco arancione, eviterà tragedie del genere. Ovviamente la bella iniziativa ha un costo, che diventa "esagerato" se il Comune di Napoli, anziché rivolgersi ai giardinieri municipali, fa un bando di gara dal valore di 300 mila euro. La delibera ha sollevvato comprensibilmente molte polemiche, anche perché i mille dipendenti del servizio ambiente, quelli che dovrebbero curare le piante e gli alberi della città, cosa fanno durante l'orario di lavoro visto che in perferie le erbacce sono alte più di un metro e i cigli di marciapiedi e strade piene di sterpaglie? "Il Comune non è in dotazione di strumenti in dotazione alla società che vincerà l'appalto", ha risposto al Giornale la Direzione Qualità Spazio Urbano. Di quali strumenti parla non si capisce visto che lo screening consiste in una sorta di "analisi del sangue" dei 40mila alberi di Napoli. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • highlander5649

    15 Settembre 2013 - 10:10

    schediamo amche gli insetti.* così abbiamo un'idea del degrado di napoli.. la schedatura darà lavoro a metà degli abitanti di napoli così risolviamo il problema disoccupazione.. ecco la magnifica i*idea* dui de magistris sindaco *magistrale* da eregere ad esempio per tutti i sindaci d'itaolia. .. gli insetti prima di tutto...

    Report

    Rispondi

  • raucher

    14 Settembre 2013 - 19:07

    L'ultima volta che misi piede a Napoli ( era primavera) c'erano erbacce ovunque , sulle scalinate , sui sagrati delle chiese , intorno ai monumenti ecc ecc . Quei giardinetti miserelli a Chiaia vengono chiamati il polmone verde della città.Una barzelletta che fece scompisciare dalle risate i turisti trentini e friulani.

    Report

    Rispondi

  • dx

    14 Settembre 2013 - 17:05

    nel rispetto dei propri cittadini, instaurare un osservatorio per schedare i beatles. e ci mangi pure sopra l'ex pm....

    Report

    Rispondi

  • giacomolovecch1

    14 Settembre 2013 - 14:02

    che da il meglio di se stesso, vedi , Di Pietro ecc., meritano la Siberia.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog

Attilio Barbieri
sds

sds

di Attilio Barbieri