Cerca

Effetto boomerang

"Repubblica" sciopera e i lettori si infuriano: "Andate a zappare", "siete la voce del padrone"

I giornalisti del quotidiano hanno proclamato lo sciopero contro il piano esuberi varato da De Benedetti. Ma il "pubblico" non condivide la scelta: "Fate ridere"

Ezio Mauro, direttore di Repubblica

"Ben vi sta tutti a casa", "andate a zappare", "siete la vergogna del giornalismo italiano". Questi i commenti sul sito di Repubblica al comunicato del Cdr che annuncia lo sciopero per protestare contro i tagli sul personale annunciati dal gruppo L'Espresso. Carlo De Benedetti vuole prepensionare circa 80 giornalisti su i 440 in organico. Così nella redazione di Ezio Mauro è scoppiata la bufera. Oggi 21 settembre il quotidiano non è in edicola. A poco è servita la vittoria in Cassazione sul "lodo Mondadori".  I 500 milioni che il Cav ha versato sul conto di De Benedetti come risarcimento non finiranno nelle casse di Repubblica. L'Ingegnere su questo è stato chiaro:  "Questa cifra è destinata alla Cir e non a me, neanche indirettamente, avendo recentemente donato ai miei tre figli il controllo del Gruppo". Insomma nemmeno un euro sarà speso tra le mura di viale Cristoforo Colombo. L'ad del gruppo Espresso ha già avviato il piano per i prepensionamenti. Così sul sito di Repubblica è arrivato il comunicato del Cdr che annuncia lo sciopero: "L'assemblea dei giornalisti ha proclamato pertanto uno sciopero per la giornata di venerdì. Il giornale dunque non sarà in edicola oggi, sabato 21 settembre. Il sito Repubblica.it non sarà aggiornato fino alla mezzanotte. L'assemblea ha anche affidato al Cdr un pacchetto di ulteriori 10 giorni di sciopero e ha deciso lo sciopero delle firme dei giornalisti di Repubblica".

"Non ci mancherete" - Qualcuno ha colto l'occasione per criticare aspramente la redazione e la linea editoriale del quotidiano di Mauro. E i commenti al comunicato del Cdr sono impietosi: "Non ci mancherete, siete la voce del padrone", "ahahaha, che ridere! Vi credevate che i 500 milioni di Mr. B sarebbero finiti nelle vostre tasche. Ed invece il vostro Mr. DB ve l'ha messo in quel posto: tutti i soldini vanno ai figlioli e per pagare la sua evasione fiscale, ed una mazza rimane ai solerti giornalisti che ce l'hanno messa tutta per far vincere la causa al buon Carlino. Questo sì che è un bel contrappasso". E ancora: "Non ci macherete, fate riposare il cervello...". Insomma lo sciopero è stato un assist per chi non sopporta i sermoni e l'informazione di Scalfari&Co. (I.S.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • granchio714

    31 Ottobre 2013 - 22:10

    che bel regalino di natale anticipato , è arrivato Carletto vestito da Babbo Natale e guarda guarda cosa aveva nel suo sacco hi hi hi

    Report

    Rispondi

  • Tobyyy

    23 Settembre 2013 - 00:12

    Avete notato che la banda Bassoti del padrone comunista, sempre onnipresenti ed organizzati, nel presente servizio non intervengono affatto con alcun postato...? Ecco, questi sono i comunisti....!

    Report

    Rispondi

  • Tobyyy

    22 Settembre 2013 - 23:11

    E peggio vi meritate....! Vi ricordate quando per gratificare quel delinquente evasore del vostro padrone scrivavate il peggio e di più contro Berlusconi che era il male assoluto....? Ben vi sta e chi è il causa del suo male pianga se stesso e se c'è qualcuno che ancora persevera nel dubitare delle punizioni Divine, faccia, faccia pure...! Erano in tanti a dubitare dei miracoli di Gesù, tant'è che lo crocifissero.......figuratevi un po'....!

    Report

    Rispondi

  • jetstream

    22 Settembre 2013 - 17:05

    su repubblica on line nessuna notizia sullo sciopero di repubblica giornale cartaceo. sono talmente abituati alle falsità che scioperano di nascosto per non far sapere ai Kompagni lettori quanto str..zo sia il "caro lider" mezzo svizzero e mezzo non si sa che a parte il numero di tessera. evidentemente a forza di difendere l'altra sponda adesso godono a prenderlo in quel posto.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog