Cerca

La retata

Lombardia, otto arresti per mafia,
in manette la figlia e il genero
di Vittorio Mangano

Un'operazione a tappeto ha sgominato un'organizzazione di stampo mafioso che riciclava denaro a Milano e provincia

Lombardia, otto arresti per mafia,
in manette la figlia e il genero
di Vittorio Mangano

Otto arresti. In manette anche il genero e la figlia di Vittorio Mangano, l'ex stalliere di Arcore condannato per omicidio e considerato collegato alla mafia siciliana. La Direzione distrettuale antimafia di Milano ha azzerato un'organizzazione criminale di stampo mafioso attiva in Lombardia. Gli arresti, che sono scattati a Milano e in tutta la provincia, arrivano dopo un'indagine che ha evidenziato un cospicuo flusso di denaro che serviva per mantenere latitanti ma che veniva riciclato in nuove attività imprenditoriali, in Lombardia. L'operazione della polizia è contro l'infiltrazione di cosa nostra nei settori della logistica e dei servizi in diverse province lombarde: otto le persone arrestate tra cui la figlia e il genero di Vittorio Mangano, ritenuto dagli investigatori ai vertici del mandamento di porta nuova a Palermo. Le accuse contestate a vario titolo ai destinatari di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere richiesta dalla Dda di Milano sono quelle di associazione mafiosa, estorsione, false fatturazioni, favoreggiamento e impiego di manodopera clandestina. (I.S.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sommesso49

    24 Settembre 2013 - 16:04

    Mangano era un santo in terra e un gentiluomo, altrimenti Berlusconi non lo avrebbe assunto. Sono pronti a testimoniarlo sotto giuramento tutti i parlamentari del PDL.

    Report

    Rispondi

blog